Poesia: “L’antico discente è ora docente”

L’ANTICO DISCENTE E’ ORA DOCENTE 1 Quando andavo al mio liceo l’età giovane mostravan tutti i prof del corteo che nell’aule s’alternavan, 5 e perciò eran precari e i supplenti non mai rari. lo svantaggio era per noi e docenti ognor diversi pativamo come eroi, 10 chè, si sa, si… Continua a leggere

Deutsch ist FANTASTISCH!

Il nuovo corso di lingua e cultura tedesca che pone lo sviluppo delle competenze in primo piano. Il sillabo solido, la comunicazione come colonna portante di ogni unità, l’approccio ludico, e l’attenzione all’inclusività rendono Deutsch ist FANTASTISCH! un corso completo e innovativo, stimolante e coinvolgente, accessibile a tutti. • Kursbuch… Continua a leggere

Diario di scuola

Vi ha stufato il classico diario cartaceo che oltretutto costa un botto? La miglior soluzione allora consiste nel rivolgersi all’app Diario scuola. Si tratta di un’applicazione per Android che consente di tenere sotto controllo ogni singolo aspetto della vita scolastica: il numero di assenze fatte, le giustificazioni, le ore di… Continua a leggere

Creare una start-up

Negli ultimi anni il mondo delle start-up è in continua crescita ed evoluzione: ad oggi, secondo dati Unioncamere, sono ben 10.075 le start-up innovative iscritte al Registro delle imprese in Italia. I numeri sono in salita (con evidenti concentrazioni nelle grandi città) e il format continua a diffondersi, per quanto… Continua a leggere

La maestra che si traveste da clown

maestra clown

Una maestra in provincia di Forlì, in Emilia Romagna, ha sperimentato un metodo tutto suo per attirare l’attenzione degli alunni. Indossa vestiti clowneschi e altrettanti occhialoni e parrucche per fare lezione. Ma non è l’unico abbigliamento; altre volte indossa vestiti da fata o da folletto: mai il grembiule da maestra o gli abiti… Continua a leggere

Il feliciometro

feliciometro

Alcuni insegnanti di una scuola primaria a Milano si sono ingegnati per misurare il livello di felicità dei loro alunni in classe e hanno inventato il “feliciometro”. Hanno preso un cartellone, lo hanno appeso nell’atrio principale della scuola; hanno disegnato sopra faccine con quattro espressioni; hanno posto sotto delle bottiglie all’interno delle quali i bambini devono inserire i loro voti. Per… Continua a leggere