Valutazione delle istituzioni scolastiche

Sembra che da settembre inizieranno i lavori per l’autovalutazione delle scuole che avrà come cardine la prova Invalsi.
Ecco, quali sono le indicazioni per l’avvio della valutazione degli istituti scolastici.

Individuazione obiettivi

Ogni istituto dovrà elaborare a fine 2014/15 un piano di valutazione, frutto dei dati disponibili del sistema informativo del Ministero e dei risultati restituiti dall’ Invalsi, oltre ad elementi significativi che le stesse scuole intenderanno integrare. Questa è la prima fase, di raccolta dei dati e stesura del piano che dovrà anche contenere un piano di miglioramento.

Piano di miglioramento

Qui entrerà in gioco l’Indire che supporterà l’opera di intervento per il miglioramento programmato che potrebbe comportare anche l’esigenza per i docenti di doversi aggiornare e seguire dei corsi ad hoc sulla base degli obiettivi preposti. La formazione dei docenti vedrà convogliata l’azione dell’Indire, delle università, ed enti di ricerca.

Controllo esterno

Ammantato da una nube impenetrabile la modalità di intervento esterno, di controllo da parte di nuclei di ispezione che avranno il compito di monitorare gli effettivi miglioramenti dell’istituzione scolastica o la riformulazione degli obiettivi.

Rendicontazione

Partenza 2014/15, con rendicontazione finale per il 2018.

[fonte: Orizzontescuola]

Taggato , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *