Olimpiadi Internazionali di Informatica

campionatiIl MIUR, Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica, unitamente ad AICA, l’Associazione italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico, annuncia la squadra italiana che dal 13 al 20 luglio prossimo “combatterà” per la medaglia alle ventiseiesime Olimpiadi Internazionali di Informatica che si terranno a Taipei, Taiwan.
Le Olimpiadi Internazionali di Informatica (IOI) sono una delle olimpiadi scientifiche internazionali promosse dall’Unesco, riservate agli studenti di scuola superiore fra i 14 e i 20 anni. Lanciate nel 1989, sono giunte alla ventiseiesima edizione.

La competizione prevede due giornate di gara, affrontate singolarmente da ogni componente della squadra, e richiede la soluzione di problemi complessi ottenuta creando un algoritmo in grado di risolverli tramite un programma informatico in linguaggio Pascal, C o C++.

La squadra è composta da: Gaspare Ferraro, dell’ Istituto Tecnico Industriale M. Giorgi di Genova; Alessio Mazzetto, dell’Istituto Tecnico Industriale A. Malignani di Udine; Francesco Milizia, dell’Istituto Tecnico Industriale E. Majorana di Brindisi; Andrea Scotti, del Liceo Scientifico F. Lussana di Bergamo.

Gaspare Ferraro vive a Genova, ha 19 anni e si descrive “attratto fin da piccolo dalla programmazione”. Ama le letture fantascientifiche, fumetti e manga, film horror e di animazione e musica rock/metal: suona anche la chitarra classica, studia con il sogno di trovare un lavoro stimolante, possibilmente nel mondo della tecnologia, che gli consenta di esaudire il suo grande desiderio di viaggiare.

Andrea Scotti abita a Cologno al Serio (BG): ha tra gli hobby la programmazione, ma anche il calcio e l’atletica: eclettico nei gusti musicali “pop, indie, rap, house…” pensa per il futuro a” un lavoro creativo nel campo tecnologico, che abbia una utilità sociale e gli dia soddisfazione personale”

Francesco Milizia viene da Mesagne, in provincia di Brindisi: coltiva una passione per la musica e in particolare la chitarra e sogna di vedere i monumenti naturali più belli del mondo. Per il futuro non ha una idea precisa, ma sicuramente immagina un percorso nel campo matematico.

Alessio Mazzetto, da Udine: appassionato di Pink Floyd e Led Zeppelin, gioca da molti anni a tennis tavolo ma ama anche risolvere problemi di matematica e algoritmica, partecipando a lezioni online. Quando ha tempo, si dedica anche alla pesca. E per domani, sogna di girare il mondo e conoscere diverse culture, senza un’idea precisa, per ora, di che lavoro potrebbe fare.

Taggato , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *