NAO il robot

naoSta per arrivare nelle scuole italiane NAO, un robot di taglia media, a forma di bambino, ideato e prodotto dalla francese Aldebaran Robotics, società francese di tecnologia, capace di creare relazioni anche con i più piccoli.
Il progetto fu lanciato nel lontano 2004. Nell’agosto 2007, NAO sostituì Aibo, il cane robot della Sony, nell’impiego nella Standard Platform League (SPL) delle competizioni internazionali RoboCup (Robot Soccer World Cup). Col tempo NAO si è evoluto ed è pronto ad entrare in classe.

La Fondazione Golinelli, in collaborazione con Scuola di Robotica di Genova, ha promosso a Bologna un incontro rivolto a docenti e ricercatori in preparazione al Nao Challenge 2015, concorso annuale di programmazione di Nao esteso a cinque paesi europei, dedicato alle scuole secondarie di secondo grado.

Il robot sa suonare, prendere oggetti e giocare a calcio e grazie a sensori ad ultrasuoni nel torace rileva ostacoli e al posto degli occhi ha due fotocamere.

E’ già presente sul mercato con un costo di circa cinquemila euro, sa anche esprimere emozioni e può diventare un importante compagno di scuola in particolare per ragazzi con handicap.

Taggato , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *