La rivoluzione con il sorriso

L’Acle, Associazione Culturale Linguistica Educational, ente di formazione accreditato dal MIUR, propone l’evento “La rivoluzione con il sorriso”: il cambiamento del sistema scolastico – dal basso – che  i docenti virtuosi possono effettuare.
Per maggiori informazioni visitate i siti: www.acle.itwww.acle.org;
e i video su http://www.acle.it/photos/video-gallery

L’obiettivo dell’associazione, in sintesi, consiste nel promuovere “La rivoluzione con il sorriso” attraverso la condivisione di immagini e filmati a costo zero,  realizzati dagli insegnanti per cambiare il sistema. Sulla pagina  Facebook ACLE https://www.facebook.com/acle.fans, infatti, potrete condividere le fotografie e i filmati – realizzati anche con un semplice cellulare – che attestino il vostro contributo “rivoluzionario”.

Alcuni esempi?

1.       I rapporti  umani  in classe: a volte un semplice sorriso o un gesto inaspettato da parte del docente può stimolare l’interesse e la crescita autonoma dell’alunno;
2.       l’arredamento dell’aula: poster, colori, posizione dei banchi, luci e un arredo vivace possono favorire il benessere del corpo e lo stimolo piacevole dei sensi;
3.       i rapporti con i genitori: più umani, improntati sulla collaborazione attiva meno istituzionale;
4.       la didattica divertente e coinvolgente, sia da un punto di vista fisico che emotivo, finalizzata al problem-solving: serve a fissare le informazioni nella memoria a lungo termine, a generare motivazione e  a stimolare le intelligenze multiple;
5.       l’uso di strumenti informatici: Youtube, Facebook e altre piattaforme digitali aiutano a stimolare la co-progettazione tra studenti e docenti;
6.       lezioni fuori dalla scuola: parchi, musei, aziende, ospedali, centri storici potrebbero fornire nuovi spunti di riflessione e apprendimento;
7.       il coinvolgimento di figure professionali esperte, delle forze dell’ordine, dei pensionati, volontari e genitori che possano arricchire il bagaglio culturale degli alunni;
8.       rapporti di cooperazione tra docenti, fondamentali per il buon funzionamento del sistema scuola;
9.     l’insegnamento visto come il sistema culturale, sociale, economico che rigenera la Nazione;
10.   la condivisione del cambiamento attraverso i media e con le forze politiche.

Vi ritrovate in qualcuno di questi esempi? Divulgatelo! Molti  colleghi si sentiranno sostenuti e si attiveranno  per condividere le proprie esperienze. Se si accenderà questa trasformazione, si creerà una opinione pubblica che domani potrà  portare al cambiamento culturale e legislativo  del sistema.

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *