Adozione libri di testo 2015 nelle scuole

Con la nota n. 3690 del 29/04/2015 viene regolamentata per l’anno scolastico 2015/2016 l’adozione dei libri di testo nelle scuole di ogni ordine e grado. All’interno della nota viene specificato che anche per il nuovo anno scolastico si dovrà fare riferimento alla nota prot. 2581 del 09/04/2014 in materia di adozioni di libri di testo e vengono richiamati alcuni punti fondamentali.

In relazione alla riduzione dei tetti di spesa per la scuola secondaria (DM n. 781/2013), l’art. 3 del D.M. n. 781/2013 ha previsto che la riduzione dei tetti di spesa per l’intera dotazione libraria di scuola secondaria di primo e secondo grado si applichi, a partire dall’anno scolastico 2014/2015, alle classi iniziali e, progressivamente, a tutte le classi, nel caso di adozione di libri in versione mista o digitale.

Il tetto di spesa per le classi prime e seconde della scuola secondaria di primo grado e per le classi prime, seconde, terze e quarte della scuola secondaria di secondo grado, che sarà definito con decreto ministeriale eventualmente rivalutando, per l’effetto inflattivo, i tetti di spesa individuati per le adozioni dell‘anno scolastico 2012-2013 (di cui al DM n.43/2012) viene ridotto del 10% solo se tutti i testi sono stati adottati per la prima volta a partire dall’anno scolastico 2014/2015 e realizzati nella versione cartacea e digitale accompagnata da contenuti digitali integrativi (modalità mista di tipo b — punto 2 dell’allegato al decreto ministeriale n. 781/2013).

Il tetto di spesa relativo alla dotazione libraria per le classi prime e seconde di scuola secondaria di primo grado e per le classi prime, seconde, terze e quarte di scuola secondaria di secondo grado, che sarà definito con decreto ministeriale eventualmente rivalutando, per l’effetto inflattivo, i tetti di spesa individuati per le adozioni de|l’anno scolastico 2012-2013 (di cui al DM n.43/2012), viene ridotto del 30% solo se tutti i testi sono stati adottati per la prima volta per l’anno scolastico 2014/2015 e realizzati nella versione digitale accompagnata da contenuti digitali integrativi (modalità digitale di tipo c — punto 2 dell’allegato al decreto ministeriale n. 781/2013).

In relazione ai termini previsti per le adozioni, esse devono essere effettuate nel rispetto dei tetti di spesa stabiliti per le scuole secondarie di primo e di secondo grado e devono essere deliberate dal collegio dei docenti nella seconda decade di maggio per tutti gli ordini e gradi di scuola.

I dirigenti scolastici dovranno esercitare la necessaria vigilanza affinché le adozioni dei libri di testo di tutte la discipline siano deliberate nel rispetto dei vincoli di legge, assicurando in ogni caso che le scelte siano espressione della libertà di insegnamento e dell’autonomia professionale dei docenti.

Nella scuola primaria, si segnala l’opportunità di individuare un locale dove i docenti possano consultare le proposte editoriali; i dirigenti scolastici dovranno consentire il ritiro, da parte dei promotori editoriali, delle copie dei testi non adottati entro il prossimo mese di settembre.

Il 24 giugno 2014 è stato siglato un protocollo di intesa tra il MIUR e AIE – Associazione Italiana Editori — finalizzato, alla rilevazione dei dati connessi con le adozioni dei libri di testo da parte delle istituzioni scolastiche.

Per la comunicazione di tali dati dovranno essere utilizzati i canali cui si è fatto ricorso negli anni passati: on-line tramite l’utilizzo del sito www.adozioniaie.it o in locale (off-line) con applicativo Argo o equivalente.

La trasmissione dei dati dovrà essere effettuata entro il 15 giugno 2015.

Poiché i libri di testo sono strumenti per la riflessione, l’approfondimento dei contenuti conoscitivi proposti e lo studio individuale da parte degli studenti fin dai primi giorni di lezione, si rappresenta la necessità di rispettare i termini sopra indicati sia nella fase deliberativa che nella fase di comunicazione dei dati adozionali. A tal fine considerato che molti studenti acquistano i libri di testo prima dell’avvio delle lezioni, si ricorda che non è consentito modificare, ad anno scolastico iniziato, le scelte adozionali deliberate nel mese di maggio.

AllegatoPROT. 3690_29-04-2015[1].pdf

Taggato , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *