Sport di classe

Al link di seguito disponibile è possibile trovare la presentazione e le modalità di partecipazione al percorso valoriale ‘Campioni di fair play’, realizzato grazie alla collaborazione tra il CONI e il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, nell’ambito del progetto Sport di Classe, in accordo con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

La campagna di quest’anno, contraddistinta dal valore chiave del ‘fair play’, ha come obiettivo la promozione dei principi del ‘gioco corretto’ inteso come: rispetto delle regole, degli altri e di se stessi, valorizzazione delle diversità e delle unicità, fratellanza, uguaglianza, lealtà ed integrazione.

Tutti i materiali didattici-informativi sono disponibili nella sezione dedicata del sito Sport di Classe: www.progettosportdiclasse.it cui si rimanda anche per la tempistica del percorso didattico.

Campioni di fair play

Sport di classe, progetto per la scuola primaria

fisica sportivaPROGETTO NAZIONALE “SPORT DI CLASSE” per la scuola primaria – a.s. 2016-2017
Tutte le istituzioni … aderenti al progetto Nazionale “Sport di Classe” per la scuola primaria – a.s. 2016_2017 .
Elenco tutor progetto nazionale.
Protocollo, graduatoria scuole, modulo per comunicazione individuazione esperti, recapiti ambiti territoriali, elenco esperti Varese.

Link: scuolaesportvarese.it 

WEBCAM spiagge

Canali YouTube di sport estivi

surf

1, 2, 3,… Sport

1d4e988ed3b6e39332666066f40939c21, 2, 3… Sport
Corpo, movimento, sport per la Scuola Primaria – Livello 1
AUTORE C. SAETTA, S. ZAFFARONI –
CASA EDITRICE THEOREMA
Presupposto didattico di 1, 2, 3… Sport è che l’educazione motoria sia una disciplina trasversale, che contribuisce non solo ad arricchire l’evoluzione delle abilità senso-percettive, ma in generale lo sviluppo delle competenze intellettive e relazionali di ogni singolo alunno.

In quest’ottica il movimento è visto non solo come momento di divertimento personale e di gruppo, ma come elemento sinergico per far recepire obiettivi educativi importanti quali la sicurezza, l’alimentazione e l’igiene.

Il quaderno è strutturato in più livelli: sicurezza, igiene e salute; conoscenza e padronanza del proprio corpo; dominanza e lateralità, percezione sensoriale; coordinazione generale; espressività corporea; ambiente naturale; giochi presportivi.
I contenuti sono proiettabili su LIM. (CD Rom dell’insegnante)

Biciscuola

USR Veneto – Il progetto Biciscuola, promosso da “RCS Sport – La Gazzetta dello Sport” riservato agli alunni delle scuole primarie, nasce per avvicinare le nuove generazioni al Ciclismo e al Giro d’Italia e sensibilizzarli su alcuni importanti tematiche educative.

Giunto alla quattordicesima edizione, Biciscuola nel corso degli anni ha coinvolto oltre 1.400.000 ragazzi e premiati oltre 25.000 durante il Giro d’Italia.

Il percorso didattico del 2016, affronterà il ruolo della bicicletta e dell’ecologia attraverso la produzione di lavori sui seguenti temi:

– Bicicletta e mobilità sostenibile

– Educazione alimentare

– Educazione stradale

Le classi vincitrici verranno premiate ed invitate a vivere una giornata esclusiva al prossimo Giro d’Italia, dal 6 al 29 maggio 2016.

In considerazione del carattere educativo dell’iniziativa, tesa a trasmettere corretti stili di vita insiti nell’attività sportiva, si invitano le SS.LL. a diffondere l’iniziativa in oggetto alle Istituzioni scolastiche sedi di scuola primaria del proprio territorio.

Si allega alla presente il modello informativo, dove le scuole troveranno le indicazioni utili per approfondire la conoscenza del progetto e le modalità di adesione.

Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito www.biciscuola.it

Sport e benessere a Torino

CONI Piemonte – Nell’ambito della manifestazione “Sport, benessere in movimento”, che avrà luogo a Torino il 25 e 26 settembre, patrocinata dal Comitato Regionale CONI e dal CIP Piemonte, siamo lieti di invitare le scuole piemontesi a partecipare alle attività dello spazio “Prova sport” il giorno venerdì 25 settembre 2015.

Nella zona pedonale di C.so Sebastopoli, di fronte al PalaAlpitur, e in parte di Piazza D’Armi, verranno allestiti numerosi campi prova di diverse attività sportive e di fitness realizzati con la collaborazione delle Federazioni Sportive, di Palestre Torino, della CPD – Consulta delle persone in difficoltà e di FAB – Fondo Assistenza e Benessere.

L’evento è inserito nel calendario di Torino 2015 – Capitale Europea dello Sport.

Nelle diverse “aree sport” saranno presenti istruttori e personale specializzato che gestiranno le attività in programma e faranno provare le discipline sportive agli studenti normodotati e con disabilità.

Il programma prevede, oltre alle attività organizzate nei campi prova, anche eventi dimostrativi ed incontri con atleti e campioni delle diverse discipline.

A tutti gli insegnanti che accompagneranno la classe verrà offerto un kit di materiale sportivo.

Per informazioni sull’evento e per iscrivere le classi ai “campi prova” i docenti interessati possono accedere al sito dedicato:

www.sportbenessereinmovimento2015.it

Per effettuare l’iscrizione bisogna entrare nella sezione del sito visibile in homepage chiamata “iscrizioni on-line” nella zona riservata alle scuole dove si potrà scegliere le varie attività e le relative fasce orario degli sport che si vogliono provare.

 

Progetto scuole Museo dello sport

Lo sapevate che… Torino ospita, all’interno dello Stadio Olimpico, il Museo dello Sport?
Unico museo permanente nel nostro Paese dedicato a tutte le discipline sportive nato per emozionare non soltanto chi vive di sport, ma anche chiunque ami esplorare la storia mondiale attraverso cimeli che raccontano vittorie, sconfitte e vite dei numeri 1 nazionali e internazionali.

Un lungo viaggio nella storia dello sport: più di 40 discipline sportive, 250 campioni, 150 medaglie olimpiche e paralimpiche, 300 titoli mondiali, 500 titoli europei e migliaia di titoli italiani.

Emozioni da rivivere grazie a più di 3000 mirabilia: dal casco di Ayrton Senna alla maglia biancoceleste della Bianchi indossata da Fausto Coppi e la bicicletta di Eddy Merckx, dalle maglie di Lionel Messi e Pelè alla slitta di Ambrogio Fogar e le scarpe di Fiona May.

Un’occasione unica per un viaggio nella storia dello sport, nelle passioni dei gesti atletici e nell’originalità e autenticità delle vicende dei campioni di ieri ma anche di oggi: il Museo, infatti, è un work in progress, che si arricchisce costantemente di cimeli ed emozioni.

La sede del Museo, lo Stadio Olimpico, arricchisce e rendere ancora più emozionante la visita: è possibile, grazie a un apposito tour, scoprire quelle “stanze segrete” che allo spettatore della partite sono vietate.
Il visitatore verrà accompagnato a bordocampo, alle panchine e negli spogliatoi, in tribuna stampa e tribuna d’onore. Palcoscenico dei Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali 2006 ospita la più alta fiaccola olimpica d’Europa (ideata da Pininfarina).

Il Museo dello Sport di Torino propone un percorso educativo finalizzato alla diffusione della cultura sportiva, con lo scopo di incoraggiare i giovani a essere più attivamente coinvolti nello sport sia come attività sia come modello di comportamento.
Il Museo propone inoltre, il progetto “Vita” che vedrà come testimonial Federica Lisi , moglie dell’indimenticato campione di Volley Vigor Bovolenta, così come altri campioni sportivi del nostro territorio . L’iniziativa è rivolta a “formare” i ragazzi alla conoscenza e all’utilizzo del defibrillatore semiautomatico esterno (DAE). Agli studenti sarà consegnato un tesserino di partecipazione all’addestramento per l’uso di questo prezioso strumento.

Al termine dell’anno scolastico, nel mese di maggio 2015 , in un incontro finale con i rappresentanti degli istituti che hanno preso parte al progetto, sarà sorteggiata una scuola (tra le presenti) alla quale il Museo dello Sport consegnerà un defibrillatore.

Obiettivi formativi

Evidenziare l’evoluzione storica dello sport
Presentare tutte le discipline sportive e i loro maggiori interpreti nel rispetto delle parità i genere
Presentare lo Stadio Olimpico di Torino come monumento storico della città con i suoi primati antichi e moderni: primo fra tutti il braciere olimpico 2006, il più alto della storia delle Olimpiadi
Stimolare la voglia di partecipare e di cimentarsi nelle varie discipline sportive
Riproporre gli ideali sportivi di partecipazione e di rispetto
Utilizzare il defibrillatore e conoscere l’importanza delle manovre salvavita e le pratiche di primo soccorso