Concorso Premio Nazionale di Poesia Liceo “Curie”

E’ stata bandita la IV Edizione del PREMIO NAZIONALE DI POESIA LICEO “CURIE“, il cui termine di scadenza è mercoledì 28 febbraio 2018.
Il Concorso si articola in due categorie: categoria A riservata agli alunni di scuola secondaria di I grado e categoria B riservata agli alunni di scuola secondaria di II grado dell’intero territorio nazionale.
Sono previsti 3 premi in denaro per ciascuna delle due sezioni, rispettivamente:

  • 250 euro per il classificato scuola secondaria I grado e di II grado
  • 150 euro per il classificato scuola secondaria di I grado e di II grado
  • 100 euro per il classificato scuola secondaria di I grado e di II grado
    e 2 Attestati di riconoscimento per il 4° e 5° classificato di ciascuna delle due sezioni.

Inoltre, saranno assegnati i seguenti PREMI SPECIALI senza distinzione di categoria:

  • Premio Speciale Flexform alla poesia che meglio interpreterà il tema “La valorizzazione del lavoro e dell’imprenditoria
  • Premio Speciale Paolo e Davide Disarò, di 250 euro cadauno, riservato a due poesie di alunni del Liceo CURIE che meglio interpreteranno il tema “Imparare il rispetto dell’ambiente e dell’uomo” (il Premio è dedicato alla memoria di Paolo e Davide Disarò, universitari cesanesi scomparsi il 19 luglio del 1985 nella tragedia della Val Di Stava ed ex studenti del Liceo “Curie”)

Il tema del concorso è “ED IO CHE SONO?“.
Le poesie premiate, segnalate e meritevoli di pubblicazione saranno raccolte in un’antologia edita a cura del Liceo.
La partecipazione è gratuita.
L’iniziativa del Premio ha ricevuto l’apprezzamento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
La Giuria è costituita, fra gli altri, da illustri esponenti della cultura, dello sport e dell’imprenditoria, non solo a livello locale.

In allegato si inviano il bando comprensivo della scheda di partecipazione e la locandina, che sono reperibili anche nella Home page del sito del Liceo http://www.liceomeda.gov.it/, INFO Segreteria Liceo Tel. 0362 70339-71754. Email: segreteria@liceomeda.it

Bando con Scheda Premio CURIE – Locandina_Poesia_IV – Copia

GEOMETRIKO. Il modello didattico che sta rivoluzionando l’insegnamento della geometria

Non ci sono definizioni in grado di descrivere Geometriko in un modo che renda merito  alle innumerevoli potenzialità di questo modello didattico e ai tanti successi che sta raccogliendo tra studenti, insegnanti e famiglie.

Certamente, prima di tutto, Geometriko è un modello ludo-didattico, ma ciò che lo rende ancor più accattivante è che si gioca con le carte. Le carte non sono un videogame e gli avversari non si trovano da qualche altra parte del mondo: tutto ciò che serve per fare una partita è “materialmente” tra le mani del giocatore e gli avversari sono seduti allo stesso tavolo. Intorno ad un gesto semplice quale può essere quello di “scartare” una carta, c’è tutta una serie di azioni: si elaborano strategie di scelta, si interagisce con gli altri giocatori, ci si guarda negli occhi, si cerca la concentrazione per elaborare una domanda o per saper rispondere. E, cosa più importante di tutti, si parla il linguaggio  comune della geometria in un modo mai ottenuto prima, perché lo si fa per giocare e, certamente, per vincere. Ecco perché non è difficile comprendere il successo di Geometriko tra studenti di fasce di età così diverse (dalla Scuola Primaria, alla Secondaria di II grado): Geometriko è divertente, strategico, creativo  (per certi aspetti ricorda i più che famosi “Yu-Gi-Oh!”  e “Magic”, tanto popolari tra i bambini e gli adolescenti dagli 8 ai 14 anni) e inoltre sfrutta le conoscenze, le abilità logiche, la memoria, come qualsiasi gioco di carte molto caro anche ai ragazzi più grandi.

In breve, una partita a Geometriko si può descrivere cosi: ogni giocatore all’inizio riceve delle Carte di Attacco, le Carte Quadrilatero e una Flash-Card e  durante il proprio turno di gioco deve attaccare un altro giocatore con l’intento di fargli perdere uno dei suoi quadrilateri. Si attacca con una Carta di Attacco e colui che viene sfidato, se vuole vincere la conduzione del gioco, deve scartare una Carta Quadrilatero che soddisfi le proprietà indicate nella carta con cui è stato attaccato. Vince chi resta in gioco con almeno una carta quadrilatero oppure chi, allo scadere del tempo, ha in mano carte quadrilatero il cui punteggio complessivo è superiore a quello degli altri. Durante alcune fasi di gioco (come il “Sorteggio della Speranza”, che avviene ogni volta che un giocatore resta con una sola Carta Quadrilatero in mano), i giocatori sono chiamati a risolvere in pochi minuti alcuni problemi di geometria piana o dimostrazioni di proprietà e teoremi, tratti anche dalle Olimpiadi di Matematica e dalle prove INVALSI. Sono previste penalizzazioni per i giocatori che, giocando senza cognizione di causa, commettono errori di geometria (la “Fucilata Geometrika”) e non mancano momenti di suspense grazie alle Flash-Card, che, come accadeva con le carte “Imprevisti” e “Probabilità” del “Monopoli”, possono ribaltare le dinamiche di una partita.

L’ideatore di Geometriko, Prof. Leonardo Tortorelli, già divulgatore scientifico per il portale “Studenti.it”, autore e coautore di diversi libri, attualmente scrive per la casa editrice Erickson, docente di Matematica presso il Liceo Leonardo da Vinci di Maglie (Lecce), descrive con orgoglio la crescita del progetto, che dalla nascita ad oggi ha fatto passi da gigante in poco tempo. Racconta il Prof. Tortorelli: “L’idea iniziale è stata perfezionata dopo un triennio di formazione con la Prof.ssa Daniela Lucangeli, dell’Università di Padova, esperta di Psicologia dell’Apprendimento della Matematica. Un incontro fondamentale per la messa in opera di Geometriko. Non finirò mai di ringraziarla!”.

Oltre alla Prof.ssa Lucangeli, oggi sono molti i docenti universitari e le personalità importanti in ambito matematico, che hanno concesso il loro endorsement a Geometriko: il Prof. Domenico Lenzi (Università del Salento), il Prof. Bruno D’Amore, il Prof. Giorgio Bolondi (Università di Bologna), il Prof. Angelo Guerraggio (Università Bocconi di Milano), coordinatore del centro Pristem, e il Prof. Piergiorgio Odifreddi.

Geometriko riesce a soddisfare in pieno le finalità per cui è stato concepito:  migliorare la qualità dei risultati dell’insegnamento, creare delle situazioni didattiche più stimolanti, consolidare le conoscenze, favorire la capacità di usare i saperi acquisiti in contesti diversi da quelli tradizionali, incoraggiare la partecipazione e la motivazione degli studenti. In sostanza, con Geometriko si vince la partita più importante: vedere il divertimento negli occhi di chi impara!

Per duemila anni gli studenti hanno imparato la geometria sui testi di Euclide:
non il modo più indolore per avvicinarsi ad essa!
Le conseguenze erano immaginabili,
e la geometria è stata e rimane una delle bestie nere degli studenti.
Geometriko propone invece di impararla giocando,
che è l’attività che i giovani prediligono.
Si tratta di un piccolo passo per l’insegnante,
ma di un passo da gigante per lo studente,
che speriamo abbia conseguenze uguali e contrarie alle precedenti.
(
Piergiorgio Odifreddi)

Esercizi di matematica

Esercizi di Matematica e Geometria sul sito http://www.esercizimatematica.it/ per scolari/studenti e docenti dalla primaria fino alla scuola superiore di secondo grado.
Cliccate sugli argomenti per collegarvi agli Esercizi di Matematica … di vostro interesse.
Gli esercizi vengono proposti con le relative soluzioni, ma occorre prima registrarsi gratuitamente, sui seguenti argomenti: esercizi di Matematica Elementari, esercizi di Matematica Prima Elementare, esercizi di Matematica Seconda Elementare, esercizi di Matematica Terza Elementare, esercizi … di Matematica Quarta Elementare, esercizi di Matematica Quinta Elementare, esercizi di Matematica Prima Seconda e Terza Media, frazioni algebriche, elementare esercizi, rette tangenti, intere equazioni, intere disequazioni, primo grado, secondo grado, grado letterali, interi sistemi, integrali definiti, funzioni, limiti, matrici, ect. ect.

Remember

film rememberUn film per la Shoah per le scuole superiori e la terza media. “Remember” è un film di Atom Egoyan con Christopher Plummer e Martin Landau.
Il film è uscito nel mese di febbraio di quest’anno, 2016.

Remember è la storia ai giorni nostri di Max (Martin Landau) e Zev, (il premio Oscar Christopher Plummer), anziani, malati, vivono all’interno di un ospizio e scoprono che il nazista che assassinò la loro famiglie circa 70 anni prima, nel campo di sterminio di Auschwitz, vive attualmente in America sotto falso nome. Malgrado le evidenti sfide che la scelta comporta, a causa della demenza senile di Zev e per il fatto che Max è inchiodato su una sedia a rotelle, decidono di portare a termine una missione per rendere una giustizia, troppo a lungo rimandata, ai loro cari, portandola a compimento con una mano tremolante e nello stesso tempo, ferma. La loro decisione dà l’avvio a uno straordinario viaggio con conseguenze sorprendenti.

Remember è una storia avvincente in cui il capitolo più tragico della del XX secolo entra in collisione con una missione di vendetta compiuta ai giorni nostri.

Remember è un film che può rappresentare un utile strumento didattico per introdurre gli studenti all’analisi degli eventi della II Guerra Mondiale e dell’Olocausto attraverso un punto di vista assolutamente originale.

Olimpiadi nazionali ed internazionali di informatica 2015

In attuazione del Protocollo di intesa tra Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e AICA (Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico) dell’1.4.2009, anche questo anno viene promossa la partecipazione, giunta ormai alla sua quattordicesima edizione, alle Olimpiadi Italiane di Informatica (OII) degli studenti che frequentano le istituzioni scolastiche secondarie di II grado. L’evento assume particolare significato in quanto costituisce occasione per far emergere e valorizzare le “eccellenze” esistenti nella scuola italiana, con positiva ricaduta sull’intero sistema educativo. A maggior ragione se si considera che le discipline scientifiche hanno un valore strategico sia per lo sviluppo della ricerca scientifica e tecnologica sia per la formazione culturale e professionale dei giovani. Inoltre, attraverso iniziative come le Olimpiadi di Informatica si creano le precondizioni per prepararli al lavoro e agli ulteriori livelli di studio e ricerca.

Si auspica pertanto che, dopo le costanti e brillanti affermazioni delle precedenti edizioni, l’Italia possa partecipare alle prossime Olimpiadi Internazionali di Informatica con i suoi migliori studenti e che gli stessi docenti ne traggano elementi per migliorare le loro tecniche di insegnamento. A livello territoriale verranno promosse e incrementate attività di formazione tese a migliorare la preparazione dei ragazzi in vista delle selezioni territoriali e nazionali.

La partecipazione è aperta a tutte le istituzioni scolastiche di II grado – statali e paritarie – che ritengono di avere studenti con interesse per l’informatica e con elevate capacità, soprattutto riguardo gli aspetti logici, algoritmici e speculativi di tale disciplina. Al fine di agevolare la scelta delle singole istituzioni scolastiche, si forniscono le modalità di partecipazione all’iniziativa e le relative fasi del processo di selezione.

1. Condizioni per la partecipazione

Per partecipare lo studente deve essere:

· iscritto ad una delle prime quattro classi della scuola secondaria di secondo grado;

· nato dopo il 30 giugno 1997;

· impegnarsi, qualora superi le prime prove di selezione, a frequentare i corsi di formazione che si terranno prima della competizione internazionale;

· impegnarsi, qualora superi l’ultima selezione, a recarsi all’estero per partecipare alla gara internazionale con gli accompagnatori designati dal Comitato.

2. Modalità di partecipazione

· Le scuole che intendono aderire devono iscriversi, registrando i propri dati direttamente sul web. Il link di accesso al sistema di registrazione è raggiungibile dal sito ufficiale della manifestazione: www.olimpiadi-informatica.it.

· Le istituzioni scolastiche, all’atto dell’iscrizione, devono indicare un docente referente, cioè la persona con cui l’organizzazione olimpica si terrà in contatto per inviare tutte le informazioni e le comunicazioni necessarie. I rapporti si terranno prevalentemente via e-mail. Tali iscrizioni non devono essere effettuate dagli studenti delle scuole interessate.

L’adesione comporta il pagamento di una quota di partecipazione pari a € 50,00 (senza detrarre le commissioni bancarie o postali) da inviare tramite versamento all’Istituto Tecnico Commerciale “E. Tosi” di Busto Arsizio (VA).

Il versamento dovrà indicare chiaramente il nome e la località della scuola e dovrà essere effettuato:

· per le scuole statali: tramite girofondo sul conto di tesoreria unica 317680 (codice IBAN IT 14 Z 01000 03245 138300317680 – cod. tesoreria 138)

· per i versamenti effettuati da istituti paritari o da privati (non intestatari di un conto di tesoreria unica): tramite bonifico sul conto corrente bancario – codice IBAN IT 18 E 05216 22800 000000004566 – Credito Valtellinese, Ag. di Busto Arsizio, p.zza Vittorio Emanuele II, 5.

Oppure

tramite versamento sul conto corrente postale n.15979214 – codice IBAN IT 64 S 07601 10800 000015979214

· le iscrizioni chiuderanno lunedì 9 novembre 2015 e i pagamenti devono effettuarsi entro il 18 novembre 2015.

3. Fasi del processo di selezione

· Selezione scolastica (18 novembre 2015): le singole scuole opereranno una prima selezione con test preparati a livello nazionale dall’Unità operativa tecnico-didattica del Comitato Olimpico che li farà pervenire, unitamente alle modalità di correzione, alla persona indicata dalla scuola come referente. Il test misura sia la capacità di individuare gli algoritmi risolutivi di problemi logici sia la capacità di comprendere il funzionamento di semplici programmi scritti nei linguaggi Pascal oppure C/C++ (linguaggi ufficialmente consentiti nella competizione internazionale).

Per orientare i ragazzi ad affrontare i test, sono disponibili una guida e una serie di esempi che si possono liberamente scaricare dal sito http://www.olimpiadiinformatica.it/index.php/allenamenti.html.

· Selezione territoriale (14 aprile 2016): gli studenti selezionati verranno sottoposti a un secondo test a livello territoriale, con prove che richiederanno la soluzione di problemi al computer. La selezione porterà all’individuazione di circa 80 studenti da ammettere alla fase successiva.

· Olimpiadi Italiane di Informatica: (15-17 settembre 2016) gli studenti selezionati a livello territoriale saranno chiamati a sostenere la gara nazionale con problemi di difficoltà simile a quelli delle gare internazionali. La gara designerà i vincitori della Olimpiade Italiana e selezionerà altresì i Probabili Olimpici (PO). Sulle singole scuole graveranno le sole spese di viaggio.

· Corsi di formazione e ulteriori selezioni: i PO saranno chiamati a seguire corsi di preparazione a carattere residenziale e telematico tenuti da docenti universitari. Al termine si effettuerà un’ulteriore selezione che porterà alla costituzione della Squadra olimpica internazionale (4 titolari e 2 riserve) che parteciperà alle Olimpiadi Internazionali di Informatica del 2017. Le spese di viaggio e soggiorno saranno a carico dell’organizzazione.

Si segnala inoltre che in alcune regioni, grazie a protocolli di intesa stipulati con le locali Università, si svolgeranno attività di formazione per gli studenti e di sostegno per i docenti con riferimento alle varie fasi di selezione. Attualmente sono attive collaborazioni con i Dipartimenti di Informatica delle Università La Sapienza e Tor Vergata di Roma, di Milano (sede di Crema) di Bologna, di Torino, di Genova, di Trento, dell’Aquila e di Campobasso. Altre potranno avviarsi nei prossimi mesi con l’intento di coprire l’intero territorio nazionale.

Eventuali chiarimenti potranno essere richiesti telefonando al n° 02.76455025 (Segreteria Olimpiadi di Informatica) o scrivendo all’indirizzo info@olimpiadi-informatica.it oppure accedendo al sito www.olimpiadi-informatica.it dove sono disponibili:

· i collegamenti ai siti delle Olimpiadi Internazionali;

· un’ampia raccolta delle prove assegnate nelle competizioni degli anni scorsi;

· esempi di soluzioni ad alcuni problemi di progettazione di programmi;

· il syllabus delle competenze necessarie per affrontare le diverse selezioni ed una bibliografia per la preparazione alle gare;

· il collegamento al correttore online: un supporto automatico che presenta una raccolta di problemi di programmazione (catalogati in base alla difficoltà di soluzione) e consente allo studente di sottoporre la propria proposta di soluzione (scritta nei linguaggi Pascal oppure C/C++) per verificarne la correttezza.