GEOMETRIKO. Il modello didattico che sta rivoluzionando l’insegnamento della geometria

Non ci sono definizioni in grado di descrivere Geometriko in un modo che renda merito  alle innumerevoli potenzialità di questo modello didattico e ai tanti successi che sta raccogliendo tra studenti, insegnanti e famiglie.

Certamente, prima di tutto, Geometriko è un modello ludo-didattico, ma ciò che lo rende ancor più accattivante è che si gioca con le carte. Le carte non sono un videogame e gli avversari non si trovano da qualche altra parte del mondo: tutto ciò che serve per fare una partita è “materialmente” tra le mani del giocatore e gli avversari sono seduti allo stesso tavolo. Intorno ad un gesto semplice quale può essere quello di “scartare” una carta, c’è tutta una serie di azioni: si elaborano strategie di scelta, si interagisce con gli altri giocatori, ci si guarda negli occhi, si cerca la concentrazione per elaborare una domanda o per saper rispondere. E, cosa più importante di tutti, si parla il linguaggio  comune della geometria in un modo mai ottenuto prima, perché lo si fa per giocare e, certamente, per vincere. Ecco perché non è difficile comprendere il successo di Geometriko tra studenti di fasce di età così diverse (dalla Scuola Primaria, alla Secondaria di II grado): Geometriko è divertente, strategico, creativo  (per certi aspetti ricorda i più che famosi “Yu-Gi-Oh!”  e “Magic”, tanto popolari tra i bambini e gli adolescenti dagli 8 ai 14 anni) e inoltre sfrutta le conoscenze, le abilità logiche, la memoria, come qualsiasi gioco di carte molto caro anche ai ragazzi più grandi.

In breve, una partita a Geometriko si può descrivere cosi: ogni giocatore all’inizio riceve delle Carte di Attacco, le Carte Quadrilatero e una Flash-Card e  durante il proprio turno di gioco deve attaccare un altro giocatore con l’intento di fargli perdere uno dei suoi quadrilateri. Si attacca con una Carta di Attacco e colui che viene sfidato, se vuole vincere la conduzione del gioco, deve scartare una Carta Quadrilatero che soddisfi le proprietà indicate nella carta con cui è stato attaccato. Vince chi resta in gioco con almeno una carta quadrilatero oppure chi, allo scadere del tempo, ha in mano carte quadrilatero il cui punteggio complessivo è superiore a quello degli altri. Durante alcune fasi di gioco (come il “Sorteggio della Speranza”, che avviene ogni volta che un giocatore resta con una sola Carta Quadrilatero in mano), i giocatori sono chiamati a risolvere in pochi minuti alcuni problemi di geometria piana o dimostrazioni di proprietà e teoremi, tratti anche dalle Olimpiadi di Matematica e dalle prove INVALSI. Sono previste penalizzazioni per i giocatori che, giocando senza cognizione di causa, commettono errori di geometria (la “Fucilata Geometrika”) e non mancano momenti di suspense grazie alle Flash-Card, che, come accadeva con le carte “Imprevisti” e “Probabilità” del “Monopoli”, possono ribaltare le dinamiche di una partita.

L’ideatore di Geometriko, Prof. Leonardo Tortorelli, già divulgatore scientifico per il portale “Studenti.it”, autore e coautore di diversi libri, attualmente scrive per la casa editrice Erickson, docente di Matematica presso il Liceo Leonardo da Vinci di Maglie (Lecce), descrive con orgoglio la crescita del progetto, che dalla nascita ad oggi ha fatto passi da gigante in poco tempo. Racconta il Prof. Tortorelli: “L’idea iniziale è stata perfezionata dopo un triennio di formazione con la Prof.ssa Daniela Lucangeli, dell’Università di Padova, esperta di Psicologia dell’Apprendimento della Matematica. Un incontro fondamentale per la messa in opera di Geometriko. Non finirò mai di ringraziarla!”.

Oltre alla Prof.ssa Lucangeli, oggi sono molti i docenti universitari e le personalità importanti in ambito matematico, che hanno concesso il loro endorsement a Geometriko: il Prof. Domenico Lenzi (Università del Salento), il Prof. Bruno D’Amore, il Prof. Giorgio Bolondi (Università di Bologna), il Prof. Angelo Guerraggio (Università Bocconi di Milano), coordinatore del centro Pristem, e il Prof. Piergiorgio Odifreddi.

Geometriko riesce a soddisfare in pieno le finalità per cui è stato concepito:  migliorare la qualità dei risultati dell’insegnamento, creare delle situazioni didattiche più stimolanti, consolidare le conoscenze, favorire la capacità di usare i saperi acquisiti in contesti diversi da quelli tradizionali, incoraggiare la partecipazione e la motivazione degli studenti. In sostanza, con Geometriko si vince la partita più importante: vedere il divertimento negli occhi di chi impara!

Per duemila anni gli studenti hanno imparato la geometria sui testi di Euclide:
non il modo più indolore per avvicinarsi ad essa!
Le conseguenze erano immaginabili,
e la geometria è stata e rimane una delle bestie nere degli studenti.
Geometriko propone invece di impararla giocando,
che è l’attività che i giovani prediligono.
Si tratta di un piccolo passo per l’insegnante,
ma di un passo da gigante per lo studente,
che speriamo abbia conseguenze uguali e contrarie alle precedenti.
(
Piergiorgio Odifreddi)

Video Con-corso “Make Your Own English Video Lesson”

Opuscolo invito CS_PremiazioneVideoConcorso

VIDEO -MAKING WORKSHOP riservato ai docenti di inglese

Per il quarto anno consecutivo,  ACLE , Associazione Culturale Linguistica Educational, ente di formazione accreditato dal MIUR,  ha promosso  il  VIDEO CON-CORSO “MAKE YOUR OWN ENGLISH VIDEO LESSON”.

Questo  è l’unico concorso riservato agli studenti della scuola italiana interamente  dedicato alla lingua inglese.

Guidati dai loro docenti i protagonisti di MAKE YOUR OWN ENGLISH VIDEO LESSON,  studenti delle scuole Secondarie di I e II grado, hanno creato English Lesson  alternative  e innovative seguendo la metodologia della FLIPPED CLASSROOM.  Gli studenti  si sono trasformati in  scriptwriters, sceneggiatori, attori, registi , film-editors, sound engineers e hanno utilizzato dispositivi quali smartphones, tablets e  videocamere  per la  realizzazione  di video  con i quali  hanno trasmesso  la loro visione del mondo,  i loro interessi,  i loro  sogni, utilizzando con spontaneità  e competenza la lingua inglese.

Visto il grande successo dell’iniziativa, ACLE ha organizzato la cerimonia di premiazione il giorno venerdì 19 maggio 2017 nella prestigiosa cornice della Sala Fellini dei Cinecittà Studios di Roma, in via Tuscolana 1055, dalle 15.00 alle 18.30.

Durante la cerimonia , a cui parteciperanno le classi  provenienti  da tutta Italia,  saranno premiati i 3 video finalisti per  i due gradi di Scuola Secondaria   e  verranno assegnati  11 premi speciali. Nella seconda parte dell’evento si terrà il Video- Making Workshop, durante il quale saranno coinvolti in una simulazione di video-making in classe, i docenti di inglese delle  scuole secondarie di I e II grado. Attraverso questo Workshop, ACLE illustrerà l’approccio della Flipped Classroom applicato alla realizzazione di video in lingua inglese.

L’Associazione Culturale ACLE è riconosciuta dal Ministero della Pubblica Istruzione e dalla WTEFLAC (The world TEFL Accrediting Commission). Promuove da 34 anni progetti a favore dell’apprendimento della lingua inglese per le scuole di ogni ordine e grado a livello nazionale.

Lezioni Lim di storia e scienze

Classe Digitale: risorse didattiche per studenti e docenti

Rizzoli Education lancia il progetto “Classe Digitale” per le scuole secondarie di primo e secondo grado: una serie di risorse didattiche gratuite, multimediali e interattive da utilizzare per lo studio e il ripasso a casa e per le lezioni in classe!
Sono disponibili 15 lezioni di storia, dalla fine dell’Impero Romano, al Rinascimento, alla globalizzazione dei giorni nostri, e 15 lezioni di scienze fra le quali l’apparato digerente, il regno animale, il regno delle piante, il sistema solare, ect. ect.
Scoprile subito! QUIIIIIII!

Esercizi di matematica

Esercizi di Matematica e Geometria sul sito http://www.esercizimatematica.it/ per scolari/studenti e docenti dalla primaria fino alla scuola superiore di secondo grado.
Cliccate sugli argomenti per collegarvi agli Esercizi di Matematica … di vostro interesse.
Gli esercizi vengono proposti con le relative soluzioni, ma occorre prima registrarsi gratuitamente, sui seguenti argomenti: esercizi di Matematica Elementari, esercizi di Matematica Prima Elementare, esercizi di Matematica Seconda Elementare, esercizi di Matematica Terza Elementare, esercizi … di Matematica Quarta Elementare, esercizi di Matematica Quinta Elementare, esercizi di Matematica Prima Seconda e Terza Media, frazioni algebriche, elementare esercizi, rette tangenti, intere equazioni, intere disequazioni, primo grado, secondo grado, grado letterali, interi sistemi, integrali definiti, funzioni, limiti, matrici, ect. ect.

I giovani ricordano la Shoah

I giovani ricordano la Shoah. Concorso per studenti delle scuole di ogni ordine e grado

MIUR – Nell’ambito delle iniziative che saranno realizzate nel nostro Paese in occasione del “Giorno della Memoria” fissato per il 27 gennaio di ogni anno, questo Ministero, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e in collaborazione con l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, bandisce per l’anno scolastico 2016/2017 la XV edizione del concorso scolastico nazionale “I giovani ricordano la Shoah”, rivolto a tutti gli allievi del primo e secondo ciclo di istruzione, al fine di promuovere studi e approfondimenti sul tragico evento che ha segnato la storia europea del ‘900.

Alle classi del primo ciclo di istruzione – scuola primaria – è proposta la seguente traccia:

La memoria delle persone che hanno vissuto il periodo dalle leggi razziali alla seconda guerra mondiale e alla Shoah si rivela sempre una fonte preziosa per conoscere la storia e ripercorrere le vicende di quegli anni. Intervistate, possibilmente a piccoli gruppi, con domande preparate da voi, sia i nonni che gli anziani del luogo in cui vivete. Con la collaborazione del vostro insegnante, potete anche consultare le interviste sul web (vd. sitografia). Confrontando le testimonianze raccolte o visionate esprimete le vostre riflessioni e le vostre emozioni nella modalità che preferite.

*Sitografia:

https://sfi.usc.edu/video-testimonies?title=&field_language_tid=5&sort_b…

http://digital-library.cdec.it/cdec-web/audiovideo 

http://www.yadvashem.org/yv/en/education/languages/italian/lesson_plans/…

http://www.shoah.acs.beniculturali.it/index.php?page=Browse.Collection&i…

Alle classi del primo ciclo di istruzione – scuola secondaria di I grado – è proposta la seguente traccia:

L’esperienza umana di Giorgio Bassani, di cui ricorre quest’anno il centenario della nascita, ha dato vita anche ad una intensa testimonianza letteraria dell’amara vicenda delle persecuzioni antiebraiche e della Shoah.

Sulla base della lettura di alcuni dei suoi romanzi e racconti, nonché della visione dei film tratti dalle sue opere, ricostruite il clima dell’epoca ed esprimete le vostre considerazioni nella forma che ritenete più congeniale.

Alle classi del secondo ciclo di istruzione – scuola secondaria di II grado – è proposta la seguente traccia:

“Il mondo non vi crederà mai”. Ecco quanto dicevano i carnefici della Shoah ai prigionieri dei campi di sterminio. Alcune vittime, sopravvissute a quell’esperienza, sentirono la necessità e trovarono la forza di portare la testimonianza di quanto accaduto solo dopo i primi fenomeni di “negazionismo”, negli anni ’80.

Oggi, ad oltre 70 anni dalla fine della Seconda Guerra mondiale e della Shoah, dopo esservi documentati sul fenomeno del “negazionismo”, discutetene in classe e elaborate con le tecniche a voi più congeniali un prodotto che possa servire a conoscerlo e contrastarlo.

La partecipazione al concorso implica l’elaborazione di una sola traccia.

Modalità espressive e indicazioni operative per le classi della scuola primaria e secondaria di I e II grado

Il concorso ha come oggetto la produzione di elaborati di tipo storico-documentale e/o artistico-letterario. Gli elaborati possono articolarsi in: ricerche, saggi, articoli di giornale, rappresentazioni teatrali, opere di pittura/scultura, attività musicali, cortometraggi, spot, campagne pubblicitarie, ecc., utilizzando più forme e canali espressivi, comprese le tecnologie informatiche a disposizione (simulazioni di blog, siti web, profili sui social network…)

Si invitano i docenti e gli allievi a:

– curare la rispondenza al tema del bando dei lavori presentati;

– partecipare al concorso preferibilmente con elaborati che siano espressione del lavoro collegiale, svolto da una classe o da più classi. E’ consentita anche la presentazione di elaborati prodotti da piccoli gruppi, a condizione che tali elaborati siano rappresentativi di un percorso di studio e di ricerca sviluppato collettivamente, documentato dai docenti responsabili;

– finalizzare al tema indicato materiali che siano frutto di attività precedenti, indicando, in tal caso, l’anno e l’occasione per cui sono stati prodotti;

– impostare il lavoro con originalità ed autonomia espressiva ed operativa;

– prevedere una durata massima di 15 minuti per filmati, video e riprese di rappresentazioni teatrali.

Valutazione dei lavori e premiazione dei vincitori

Le istituzioni scolastiche dovranno inviare i lavori prodotti agli Uffici Scolastici Regionali di competenza entro il 28 novembre 2016.

Ciascun Ufficio Scolastico Regionale costituirà una Commissione di esperti incaricata di individuare per ogni ciclo di studi (primaria e secondaria di I grado, secondaria di II grado) due lavori ritenuti meritevoli di concorrere a livello nazionale. Sarà cura di ogni Ufficio Scolastico Regionale pubblicare sul proprio sito web, dal 23 dicembre 2016, l’elenco delle scuole selezionate per la fase concorsuale successiva.

I lavori prescelti dalla Commissione e la relativa motivazione, dovranno essere inviati dagli UU.SS.RR., entro il 15 dicembre 2016 al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca –Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione – Viale Trastevere 76/A, 00153 Roma, piano III, stanza 444, Dott.ssa Anna Piperno. Al fine di consentire a tutte le realtà territoriali di partecipare alla selezione finale con lo stesso numero di elaborati, si sottolinea la necessità che gli Uffici Scolastici Regionali inoltrino a questo Ministero solo due lavori selezionati per ogni grado di studi (sei in totale).

Non verranno presi in considerazione i lavori pervenuti senza il vaglio dei rispettivi organi preposti alla pre-selezione (Uffici Scolastici Regionali).

Per favorire una tempestiva e puntuale acquisizione dei dati utili alla valutazione nazionale, gli UU.SS.RR. sono pregati di comunicare ai referenti ministeriali (i cui indirizzi e-mail sono indicati di seguito nel bando) l’avvenuto invio del plico contenente gli elaborati selezionati.

A livello nazionale sarà costituita una Commissione paritetica composta da rappresentanti del MIUR e dell’UCEI.

La Commissione, dopo attenta valutazione dei lavori pervenuti, procederà all’individuazione di un vincitore per ogni grado di studi.

In occasione del “Giorno della Memoria” i vincitori saranno premiati dall’On. Ministro e ricevuti dal Presidente della Repubblica e/o dalle più alte Cariche Istituzionali e dal Presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane.

Rilevazione statistica

Considerata la crescente attenzione per l’iniziativa, testimoniata dalla consistente partecipazione al concorso da parte di scuole di ogni ordine e grado, appare opportuno, come già nei precedenti anni scolastici, monitorare la ricaduta dell’iniziativa attraverso la rilevazione di dati statistici. Tutte le scuole partecipanti sono pertanto invitate a compilare l’Allegato 1, che inoltreranno ai competenti Uffici Scolastici Regionali, insieme ai lavori prodotti.

A loro volta, gli Uffici Scolastici Regionali, sono pregati di inviare, a questo Ministero, unitamente ai sei elaborati selezionati, anche l’Allegato 2, debitamente compilato.

Si richiama l’attenzione degli Uffici Scolastici Regionali ad una attenta e puntuale compilazione dell’Allegato 2 per consentire alla Commissione ministeriale di elaborare, come ogni anno, la statistica di partecipazione al concorso.

Al fine di facilitare i contatti è opportuno, inoltre, che siano comunicati ai referenti ministeriali, indicati nel presente bando, i nominativi dei componenti della commissione regionale e i loro riferimenti telefonici ed e-mail.

Documentazione e riferimenti utili

Materiali di documentazione sono reperibili sui seguenti siti internet:

http://archivio.pubblica.istruzione.it/shoah/index.shtml 

www.ucei.it/giornodellamemoria 

www.testimonianzedailager.rai.it/index.htm 

www.cdec.it 

www.museoshoah.it 

Prendere appunti

Nel video proposto, la prof.ssa Grazia Paladino, docente che da anni sperimenta la didattica capovolta, spiega agli studenti come prendere gli appunti in maniera efficace. La professoressa parte dalla definizione di appunti, puntualizza il ruolo fondamentale che essi giocano nello studio individuale e suggerisce delle strategie efficaci per essere veloci. Conclude quindi con l’introduzione del metodo Cornell, un metodo utile per prendere appunti e ideato dal professore Walter Pauk dell’Università di Cornell nel 1989.

Il Metodo Cornell espone gli appunti su una colonna del foglio, e le parole chiave nell’altra colonna. Permette di trovare rapidamente i diversi argomenti e di controllare gli appunti in modo facile e veloce.

Per preparare una pagina usando il Metodo Cornell, basta seguire questi passi:

  • Disegnare una linea (o lasciare dello spazio) dal bianco all’alto circa 5 centimetri dal lato sinistro.
  • Disegnare una linea (o lasciare dello spazio) per un indice del contenuto della pagina.
  • Durante una spiegazione basta scrivere le idee principali sul lato destro del foglio, in forma di lista o paragrafo. Se possibile, usare abbreviazioni. Sul lato sinistro si deve annotare una parola chiave che descriva quella sezione degli appunti. Quando la pagina è stata completamente riempita, riassumere in poche frasi le idee principali di tutto il foglio.

Didadada

diadadaDidadada è un sito di materiali didattici per la Scuola Secondaria di Primo Grado.
I docenti possono trovare diversi materiali utili per le loro attività didattiche, proposti in formato testuale, come presentazioni di Power Point, PDF, etc.
Il sito è suddiviso in diverse sezioni: materiali didattici, prove d’ingresso, grammatica, laborstoria, laborgeo, il giornale quotidiano, cittadinanza ed altri materiali.
Tutto il contenuto del sito può essere liberamente scaricato e utilizzato, gratis, ma solo per finalità didattiche e senza scopo di lucro.
Non può invece essere riprodotto o “trasferito” su altri siti.
Segui il link Didadada!!!