Perché si fabbrica tutto in Cina

lavoratori cinesiI lavoratori in Cina non godono di alcun diritto, i loro salari sono bassi, gli orari di lavoro sono massacranti, anche i bambini lavorano.
Ecco spiegato perché tutte le più grosse aziende americane ed europee trasferiscono volentieri le loro catene di produzione nel paese comunista.
Parlando dell’High-Tech USA in particolare, tutte le più grandi società del Paese hanno già spostato la loro produzione in Cina e i committenti, come la Apple ad esempio, tacciono ben volentieri sulle condizioni di lavoro all’interno dei reparti produttivi di aziende fornitrici, come Foxconn o Pegatron: lavoro eseguito da minorenni, ore di straordinario a profusione, maltrattamenti, etc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *