Fotobabble

fotobabbleFotobabble, è un nuovo servizio del web 2.0 che offre l’opportunità di inserire suoni, voci e musiche alle immagini. Il servizio è gratuito previa registrazione ed è fruibile da tutti i computer, dagli smartphone e dai tablet senza necessità di apposita app.
Effettuata la registrazione, l’utente potrà caricare un’immagine dal proprio dispositivo e aggiungere il suono che ritiene più adatto. E’ possibile effettuare la registrazione mediante un microfono, associare una canzone, scegliere alcuni file audio a disposizione già sulla piattaforma.
Quando l’immagine è stata realizzata, è possibile condividerla per email, incorporarla nel proprio sito web, oppure condividerla nei vari social network più utilizzati.

Il seguente video vetrina, realizzato da Luca Raina, presenta brevemente il servizio.

WeSchool

WeSchool è una piattaforma in italiano per la creazione di lezioni interattive e un aggregatore di contenuti per la didattica. La piattaforma permette di coinvolgere i propri studenti nel processi di apprendimento, in quanto consente di condividere i contenuti, la collaborazione dei lavori di gruppo, la somministrazione di esercizi con feedback in tempo reale.

Grazie a WeSchool è possibile mettere insieme video di YouTube, articoli delle testate giornalistiche, corsi d’inglese di Duolingo, videoquiz, i prodotti collaborativi di Google Docs, file dropbox, immagini, presentazioni power point, etc.

Con questo approccio aperto e inclusivo proviamo a fare il grande salto e sfidare i grandi player internazionali come Google Classroom, Apple iTunes U e Edmodo – spiega Marco De Rossi, fondatore di Oilproject e WeSchool – l’interfaccia è semplicissima, pensata anche per i prof meno smanettoni. I duemila studenti e docenti che l’hanno già sperimentata ci hanno dato ottimi riscontri”

Il seguente tutorial di Silvana Russo spiega come creare una classe virtuale su Weschool.
Tante altre informazioni per docenti in digitale visitate il sito: www.docentiindigitale.wordpress.com

Atavist crea contenuti multimediali

atavistAtavist è una piattaforma di web publishing che consente di realizzare prodotti multimediali.
Ha un’interfaccia molto elegante e consente anche la realizzazione dei prodotti in condivisione.

In particolare, Atavist permette di:

  • Raccontare storie, esperienze, eventi
  • Presentare o aggregare risorse su un determinato argomento
  • Preparare materiale per una lezione
  • Realizzare una ricerca o una relazione su un determinato tema
  • Scrivere un articolo
  • Raccontare un’attività didattica
  • Raccontare una storia
  • Realizzare un dossier

Di seguito, una presentazione video del prodotto da parte di Elisa Turrini.

Edueto per realizzare esercizi e verifiche

Edueto è un’ interessante risorsa del web per la realizzazione di esercizi e verifiche da somministrare agli studenti. Consente di realizzare esercizi diversi in pochi e semplici passaggi e di pubblicarli online.
Edueto permette di utilizzare dei template già preimpostati (vedi foto) che consentono di realizzare molto facilmente: quizzes (scelte multiple e domande a risposta aperta), riempimenti (Gap Filling), corrispondenze (Matching), equazioni (Equations), ordinamenti, completamenti, ecc.

Per utilizzare Edueto basta inserire un gruppo di studenti per creare una classe virtuale, creare gli esercizi e assegnarli al gruppo creato. Dopo lo svolgimento, è possibile disporre della correzione automatica e della visualizzazione dei report dei risultati.

Per approfondire, vi consiglio la presentazione di Luca Raina e il canale Youtube di Edueto dove trovate i tutorial per ogni tipologia di attività.

Tripline, le tue mappe sono le tue storie

Tripline è uno strumento del web che consente di realizzare dei percorsi interattivi animati a partire dalle risorse di Google Maps.
Tripline è nata con l’obiettivo di condividere e raccontare i viaggi degli utenti, ma può essere anche utilizzata come valida risorsa per le attività didattiche.

Particolarmente indicato è l’uso del programma nelle discipline Storia e Geografia. Infatti, grazie a Tripline, si possono creare dei percorsi mediante la selezione su mappa di un itinerario secondo un ordine prestabilito. Indicate le varie località, Tripline eseguirà un’animazione che porta l’utente in viaggio attraverso i luoghi scelti.

E’ inoltre possibile aggiungere a ogni luogo delle immagini e dei commenti, inoltre è possibile selezionare, tra quelle disponibili, un elemento musicale che verrà riprodotto durante tutto il viaggio virtuale predisposto. Tripline è disponibile su App Store per iPhone e iPad.

Video Tutorial

La lavagna virtuale “TheLearnia”

theLearnia è una lavagna virtuale che permette di registrare video lezioni utilizzando la voce durante l’interazione con la lavagna (scrivere, disegnare, inserire immagini). Il servizio online permette di importare le proprie presentazioni PPT e di convertirle in una lezione video da utilizzare durante le attività didattiche. theLearnia è gratuito e, soprattutto, molto semplice da usare.

Infatti, in fase di progettazione, è possibile aggiungere una vasta gamma di contenuti alla lavagna tra cui testo, immagini, linee, forme, ovvero dividere il contenuto della propria storia tra le pagine o importare la presentazione in Power Point.

Appena le diapositive sono pronte è possibile avviare la registrazione audio e video. Qualunque cosa si disegni sulla lavagna verrà registrata come se si trattasse di un’animazione. Quando la registrazione è terminata, è possibile visualizzare l’anteprima e, se non è richiesto un ulteriore intervento di editing, si può procedere con la condivisione con gli altri via e-mail o attraverso i principali social network.

Di seguito viene proposto un video tutorial in lingua inglese su come creare una lezione utilizzando theLearnia.

Realizzare un video didattico scomponendo un’infografica

Nel video proposto, Gianfranco Marini ci spiega come realizzare un video didattico partendo dagli elementi contenuti all’interno di un’infografica. Egli suggerisce di scegliere una buona infografica, scomporla in una serie di immagini da mettere in sequenza, montare le immagini utilizzando uno strumento di presentazione, realizzare un video mediante l’uso di programmi per lo screencast (per esempio screen-cast-o-matic), pubblicare il video su YouTube oppure su Vimeo.

Chi volesse saperne di più sulla tecnica dello “Screencast”, su quali applicazioni utilizzare e su come usarle, può consultare questo articolo in cui troverà tre applicazioni per lo screencast e i video tutorial in italiano per imparare a utilizzarle: http://gianfrancomarini.blogspot.it/2…