Classtools

Classtools – http://www.classtools.net/ è un interessante servizio rivolto ad insegnanti appassionati di tecnologia, che permette loro di usufruire di una web application che rende possibile la creazione di giochi educativi e didattici utilizzando una serie di risorse messe a disposizione gratuitamente.

Senza neanche registrarsi è possibile creare il proprio ‘gioco’ da riproporre nelle proprie pagine web, semplicemente copiando ed incollando il codice opportunamente rilasciato al termine delle operazioni.

Tra i servizi messi a disposizione da ClassTools.net possiamo annoverare:

# sms generator: per creare finti scambi di sms tra personaggi storici (artisti, filosofi, scienziati, ecc.)
# Pac Man: un quizzes a scelta multipla combinato col famoso pacman
# diagrammi a spina di pesce
# countdown
# ruota per estrazione casuale dei nominativi degli studenti
# Fakebook: crea finti account facebook e finte conversazioni Facebook, per esempio tra personaggi storici
# twister: finto account twitter e finti tweet
# timeline
# post.it con cui è possibile inserire in una immagine post it di commento della stessa
# QR treasure Hunt: caccia al tesoro con i QR code

Apps per bambini: Mamamò

Mamamò è il primo portale italiano dedicato alle app e alla tecnologia rivolta ai bambini.
Esso rappresenta una guida per genitori nella giungla delle app per smartphone e tablet, con segnalazioni e recensioni di applicazioni che hanno una buona qualità tecnica di realizzazione, funzionalità di supporto alla maternità e contenuti educativi o di intrattenimento utili per lo sviluppo del bambino.

Secondo l’ideatrice del sito Roberta Franceschetti, i bambini apprezzano i libri e le app educative quando sono ben realizzati e hanno un approccio ludico. Ecco alcuni esempi di app molto apprezzate: “Peekaboo Barn”, “Dans mon rêve”. La prima è un bestseller dell’App Store, una piccola, deliziosa app, capace di trasferire la meraviglia inossidabile del gioco del “Cucù” su tablet e smartphone. L’altra, che ha vinto il Bologna Ragazzi Digital Award, è un delicatissimo e poetico esempio di applicazione digitale dei libri a pagine separate, in cui immagini e testi si combinano tra loro in modo potenzialmente infinito, in cui tutto si contamina e tutto si trasforma, come accade nei sogni o nel fertile immaginario proprio dell’infanzia. Ma ce ne sono tante altre pronte da scaricare.

Tuttavia, individuare le app giuste nel gran calderone dell’App Store (o di Google Play) è come cercare un libro che ci può interessare su uno scaffale infinito, organizzato per categorie piuttosto generiche.
Trovarlo è praticamente impossibile, a meno che non si sappia già esattamente cosa si sta cercando. I coraggiosi esploratori degli store finiscono il più delle volte con il rimanere delusi, scoprendo solo dopo l’acquisto che il prodotto non è ciò che si aspettavano. Manca, sostanzialmente, il ruolo di selezione, filtro e riorganizzazione, che nell’universo “reale” viene esercitato dalle edicole, dalle librerie, dai negozi di videogiochi.
E’ proprio questo il compito del sito in oggetto: selezione, filtro, riorganizzazione.

Messaggistica intelligente con Allo

alloIl settore della messaggistica istantanea ha un leader, WhatsApp, usato in maniera massiccia da chi ha uno smartphone, ma non mancano proposte alternative. L’ultima nata in casa Google si chiama Allo: unisce la possibilità di scambiare messaggi, emoticon e inviare la propria posizione, alla presenza di un assistente virtuale, sul modello di Siri della Apple. Per far intervenire Google Assistant durante una conversazione tramite Allo è sufficiente digitare @google e porre una domanda. Questo tipo di funzionalità intelligente già presente in Telegram, sembra rappresentare il futuro dei sistemi di messaggistica istantanea considerato l’uso estensivo in termini di tempo che ne fanno gli utenti, anche in ambito lavorativo. L’assistente imparerà a conoscerci al volo e rispondere come si deve.

L’App è disponibile sia per sistemi Android che per iOS della Apple ed è in fase di distribuzione nella maggior parte del mondo e potrà essere scaricata anche in Italia, ma alcune sue funzioni saranno disponibili solo in inglese per i primi tempi. Dopo avere installato l’applicazione, come per WhatsApp, la registrazione avviene tramite il proprio numero di cellulare e chi vuole può collegare il suo account Google, in modo da avere più servizi e ottenere informazioni migliori e personalizzate con l’assistente automatico. Allo può essere usata esclusivamente su smartphone e per ora non è previsto che ne siano realizzate versioni per computer.

Raindrop, per salvare e classificare pagine web e altro

raindropRaindrop è un’applicazione web free che permette di archiviare e classificare le pagine web preferite. L’applicazione è accessibile anche dai dispositivi mobili, infatti l’utente può salvare in un ambiente cloud unico tutte le risorse del web che intende rivedere in momenti successivi: immagini, testi, documenti, pagine, video, etc.

Inoltre, sono disponibili anche le apps per Android, iOS e un web clipper che consente con un solo click di aggiungere risorse alle varie raccolte.

Le risorse e i contenuti web possono essere salvati e organizzati in varie raccolte personalizzabili e ogni raccolta viene inserita in una cartella individuata mediante un’icona selezionabile e completata da una descrizione.

Si possono anche utilizzare dei tag al fine di facilitare la gestione dei preferiti. Tutte le raccolte di preferiti possono inoltre essere condivise e gestite anche in maniera collaborativa.
Raindrop.io è disponibile in varie lingue tra cui l’italiano e offre anche una versione a pagamento.

App Google per la scuola

La prof.ssa Jessica Redeghieri ci offre alcuni consigli utili per essere preparati a fare scuola utilizzando le applicazioni Android più utili.
Nel suo video ci parlerà di app che molti docenti ormai utilizzano nella didattica e serviranno da spunto per tutti coloro che vorranno integrare il digitale nelle proprie attività didattiche.
Le app menzionate sono: Google Drive, Google Calendar, DigiCal, App HomeWork, Google Keep, Evernote, FastScanner, Mechanism, Fix The Factory.

Risorse didattiche scuola

screenshot-2015-07-10-15-50-28Veramente splendido il sito didattico risorsedidattichescuola.it dell’insegnante Angela Costantini.
Il sito si rivolge agli insegnanti di scuola primaria con schede di matematica, lavoretti, giochi didattici, recite teatrali in inglese per bambini. Vuoi imparare cantando? Trovi musica per bambini.
Idee didattiche e ludiche per alunni bes e dsa.

Le sezioni più importanti del sito compaiono subito, non appena si apre la homepage del sito, simili alle icone a mattoni grandi di Windows e sono fra gli altri: matematica, inglese, musica, tecnologia scuola. Ci sono anche programmazioni di inglese, giochi didattici, lavoretti, recite e quant’altro. Brava!!!