Ashampoo Office 2016

In passato abbiamo visto tutte le alternative a Microsoft Office, ma mai una così conveniente e completamente compatibile con i formati Microsoft di documenti del passato e attuali. Una suite office senza compromessi, senza lunghi periodi di apprendimento, Ashampoo Office 2016 ti permette di creare documenti, fogli di calcolo e presentazioni più velocemente di sempre. È il mix perfetto di compattezza e potenza.

Punti forti del software

Valido per 3 PC al più per nucleo familiare o azienda
Per tutti i sistemi operativi Windows, da Windows XP al più recente Windows 10
Totalmente compatibile con i documenti da Microsoft Office 6.0 a Office 2013.
Gestione altamente intuitiva, senza alcuna lunga riconversione richiesta
Elaborazione di testi professionale per ogni esigenza
Premiata applicazione di foglio elettronico con 350 funzioni di calcolo integrate
Accattivanti presentazioni multimediali con animazioni, suoni e video.

ClassroomScreen

ClassroomScreen è una semplicissima Startpage per creare in pochi attimi e clic uno screen/ homepage per la vostra Lim in classe.
In men che non si dica, trascinando e rilasciando le icone nel posto voluto, l’insegnante può scegliere un’immagine di sfondo fra quelle proposte, digitare istruzioni di testo, inserire un orologio, un timer, un semaforo, simboli.
Lo scopo è quello di catturare l’attenzione degli alunni all’ inizio della lezione o di un laboratorio o di un’attività particolare, cercando di creare un’atmosfera serena e rilassante in classe o anche informare sull’attività che si andrà a svolgere senza bisogno di tanti giri di parole.

Per prima cosa, scegli la lingua!

Realizzare un video didattico scomponendo un’infografica

Nel video proposto, Gianfranco Marini ci spiega come realizzare un video didattico partendo dagli elementi contenuti all’interno di un’infografica. Egli suggerisce di scegliere una buona infografica, scomporla in una serie di immagini da mettere in sequenza, montare le immagini utilizzando uno strumento di presentazione, realizzare un video mediante l’uso di programmi per lo screencast (per esempio screen-cast-o-matic), pubblicare il video su YouTube oppure su Vimeo.

Chi volesse saperne di più sulla tecnica dello “Screencast”, su quali applicazioni utilizzare e su come usarle, può consultare questo articolo in cui troverà tre applicazioni per lo screencast e i video tutorial in italiano per imparare a utilizzarle: http://gianfrancomarini.blogspot.it/2…

Drive

In questo video la prof.ssa Grazia Paladino spiega agli studenti come utilizzare un importante servizio di Google: Drive. Esso consiste in uno spazio di archiviazione gratuito, ossia in un hard disk esterno gestito da Google, dove è possibile conservare i propri file, sincronizzandoli con i propri dispositivi.
Al momento dell’iscrizione al servizio, l’utente ha a disposizione 15 GB di spazio gratuito; mentre per usi educativi vengono concessi 30 GB di spazio.
In caso di necessità è possibile acquistare dei piani aggiuntivi.

Montaggio video da professionisti

Oggi il montaggio video è alla portata di tutti. I software di editing sono diventati più semplici ed economici. Bastano 100 euro per portarsi a casa una programma come Adobe Premiere Elements 14 che non ha niente da invidiare a soluzioni più costose. Se vogliamo risparmiare ulteriormente, esistono software a meno di 70  euro altrettanto validi. Si tratta sempre di soluzioni per il montaggio video amatoriale, dove versatilità e semplicità sono i punti cardine.
Non è necessario studiare manuali e guide per ottenere buoni risultati. Vorrei puntualizzare a scanso di equivoci che i programmi consigliati che seguono sono validissimi ma hanno una controparte pro (professionale) che non è comunque adatta a tutte le tasche.

Adobe Premiere Elements 14 costo circa 8o euro
Power Director 14 Ultra costo circa 70 euro
Corel Video Studio Pro X9 costo circa 70 euro
Magix Video Deluxe 2016 costo circa 70 euro
Sony Movie Studio 13 costo circa 75 euro

Software autore gratuiti

Costruire, avendo chiari gli obiettivi, per i bambini è importantissimo, non solo dal punto di vista disciplinare, ma soprattutto perché attiva abilità logiche e procedurali.
Costruire autonomamente significa utilizzare tutte le proprie risorse, imparare a progettare, esplorare, sperimentare, trarre conclusioni, trasferire conoscenze ad altri contesti… insomma “crescere” in competenza!
Vi assicuro che non solo l’entusiasmo e la motivazione dei bambini, ma anche i risultati ottenuti, vi ripagheranno abbondantemente della fatica di accompagnarli in questo percorso!!

Di seguito, alcuni software freeware che possono servire, a noi e agli alunni, ma consiglio vivamente di scaricare l’ottima guida, molto più completa e aggiornata, di Giorgio Musilli.