Scannerizzare documenti con un cellulare Android

Sono finiti i tempi in cui bisognava ricorrere ad uno scanner in carne ed ossa, di quelli ingombranti e rumorosi, per scannerizzare un documento, una fotografia o una semplice lista della spesa. Ora per scannerizzare un documento e modificarlo a piacimento vi basterà Google Drive ed uno smartphone Android. All’interno di Google Drive, insieme a Documenti, Fogli e Presentazioni, si trova la funzione scanner chiamata “SCANSIONE”(vedi foto).
Quest’applicazione dà la possibilità di scattare foto di circolari, schede e quant’altro e salvarli in formato PDF in modo intuitivo e veloce.
Provate a controllare tra le app presenti sullo smartphone, se trovate il triangolino tricolore di Google Drive non dovrete neanche fare lo sforzo di scaricare nuove app, avrete uno scanner portatile sempre con voi.

Ecco come fare:

  1. Apri l’app Google Drive Google Drive.
  2. Tocca Aggiungi Aggiungi in basso a destra.
  3. Tocca Scansione .
  4. Scatta una foto del documento di cui desideri effettuare la scansione.
    • Per regolare l’area di scansione: tocca Ritaglia Taglia.
    • Per scattare di nuovo la foto: tocca Nuova scansione della pagina corrente Aggiorna.
    • Per eseguire la scansione di un’altra pagina: tocca Aggiungi Aggiungi.
  5. Per salvare il documento finito, tocca Fine Completato.

Per impostare una scorciatoia per la scansione dei documenti:

  1. Apri i widget del telefono o tablet Android.
  2. Trova il widget “Scansione Drive”.
  3. Tocca e tieni premuto il widget.
  4. Trascinalo nella schermata Home. Ti potrebbe essere chiesto di selezionare un account.
  5. Scegli la cartella in cui salvare i documenti. Se desideri creare una cartella, tocca Nuova cartella .
  6. Tocca Seleziona. Vedrai il nome della cartella nel widget.

DNS Jumper

Problemi con il collegamento web del vostro PC? Sì.
Allora provate a risolverli con i miei consigli.

Di default, quando navighiamo vengono utilizzati i DNS del provider che fornisce la connessione a Internet. A volte, però, possono essere sovraffollati rendendo più lenta la navigazione, oppure il provider può applicare dei filtri bloccando l’accesso a determinati siti. Per risolvere questi problemi possiamo usare il tool DNS Jumper (versione in italiano).
Dopo averlo avviato, clicchiamo su “DNS più veloci” e poi su “Inizia test DNS”per effettuare un test e trovare i DNS più veloci. Torniamo quindi alla scheda principale, in “Seleziona una scheda di rete” selezioniamo la scheda di rete del PC con la quale siamo connessi al router e in “Seleziona un Server DNS” selezioniamo i DNS più veloci risultati dal test.
Non resta che cliccare su “Applica DNS”.

Se abbiamo più dispositivi connessi in casa che utilizzano la medesima connessione possiamo applicare i DNS direttamente sul router. Per farlo col browser rechiamoci nell’interfaccia di gestione (solitamente si digita l’IP 192.168.1.1). Spostiamoci nella sezione WAN da cui è possibile configurare i parametri per la connessione a Internet. Disabilitiamo la connessione automatica al server DNS e impostiamo manualmente i DNS utilizzando quelli che abbiamo trovato con DNS Jumper. Dopo aver applicato le modifiche tutti i dispositivi connessi alla rete di casa navigheranno con gli stessi DNS.

 

Fotoritocco dal browser con Befunk

I programmi di fotoritocco che funzionano direttamente dal browser hanno raggiunto una qualità e una completezza stupefacente. Come nel caso di Befunk, un software per la grafica e il fotoritocco  che possiamo usare senza installare nulla nel nostro computer.
Befunk è principalmente un software per  ritoccare le foto e la qualità dei filtri e delle opzione che contiene è sorprendente, al punto da arrivare al miglioramento dei tratti femminili nei ritratti con l’applicazione di fondotinta, mascara e rossetto. Oltre a questo troviamo le regolazioni tradizionali di colore, luminosità e cosi via, ma c’è molto di più. Befunk può anche creare collage, composizioni e persino funzionare come Designer per biglietti, volantini e poster.

Per cominciare ad usarlo, andiamo all’indirizzo www.befunk.com/it. La pagina iniziale mostra una panoramica del sevizio. Facciamo clic su Inizia.
Il menu in alto permette di scegliere una delle tre attività: Editor fotografico, Crea collage e Designer: Se scegliamo la prima opzione, dobbiamo caricare una foto facendo clic su Carica e scegliamo la sorgente nel nostro computer, un servizio cloud o una foto su Facebook. Una volta caricata l’immagine, possiamo iniziare a modificarla per mezzo del menu a sinistra. Molto interessante è la sezione per la modifica dei  ritratti, con trucchi di ogni tipo.
Con Designer non hai più bisogno di Photoshop, famosissimo software a pagamento. Con Designer Toolset, è facile fare dei disegni grafici completamente personalizzati.
Befunk è disponibile anche come App per Android e per iPhone

Backup con Windows 10

Fare un backup di documenti è importantissimo. A tal fine Windows ci mette a disposizione un sistema di backup semplice, efficace e anche veloce da configurare. L’unico investimento richiesto è un’unità di memoria esterna collegabile via USB. Niente di più, per il resto ci pensa Windows. L’attivazione richiede un clic soltanto; qualche altro clic per regolare le opzioni principali definendo cosa mettere al sicuro e il gioco è fatto.

  • Nel menu Start facciamo clic sull’icona a forma di ruota dentata per entrare nelle Impostazioni, oppure dal desktop premiamo i tasti Win+I. Andiamo in Aggiornamento e sicurezza.
  • Dalla colonna di sinistra scegliamo Backup. Poi attiviamo la funzione con un clic sull’interruttore in modo che mostri Attivato. Ora facciamo clic sul collegamento Altre opzioni.
  • In Esegui il backup del file e Conserva il backup, possiamo lasciare rispettivamente Ogni ora e Sempre. Per salvare cartelle specifiche facciamo clic su Aggiungi una cartella.
  • In caso di problemi scorriamo la colonna di sinistra fino in fondo. Facciamo clic su Ripristina i file da un backup corrente e scegliamo la cartella da ripristinare.

EssentialPIM ovvero come organizzare le giornate

essentialPimEssentialPIM  è un software, funziona da agenda, rubrica e gestore di posta elettronica. Si scarica all’indirizzo www.essentialpim.com/it.
E’ tutto in italiano e assolutamente gratis. E’ disponibile per Windows, e come App per Android e iOS. L’edizione base disponibile ha tutti gli strumenti che possono servirci per gestire dal computer i nostri impegni, i contatti e anche la posta elettronica, così da avere l’intera situazione sottomano in un’unica finestra di lavoro ben suddivisa e presentata.

I suoi punti di forza:

  • è uno strumento davvero completo e raffinato
  • molto intuitivo e facile da usare
  • volendo, dispone anche di un servizio cloud
  • funziona pure come rubrica

Al primo avvio ci presenta una schermata con alcuni esempi per darci modo di vedere come funziona.
– Nuova agenda: dal menu File scegliamo Nuovo e poi file di dati EPIM, per creare una nuovo agenda da zero. Inseriamo i dati.
– Nuovo impegno: facciamo clic su un giorno del calendario in basso a sinistra e poi su una delle righe nella finestra. Inseriamo i dati.
– La rubrica: alla voce rubrica inseriamo i dettagli dei nostri contatti personali o di lavoro. Possiamo indicare telefono, indirizzo, foto, note e persino data di nascita.

Musescore

musescore
MUSESCORE: PER LEGGERE, SCRIVERE, RIASCOLTARE LE NOTE DI UNO SPARTITO

Ecco un software didattico che può davvero cambiare il nostro modo di fare musica con i bambini. Chi ha la fortuna di utilizzare una lim in classe o un proiettore interattivo può facilmente scaricare questo programma che insegna a scrivere, leggere le note su uno spartito, ascoltando man mano la melodia che sto creando.
Questo programma ci invita ad imparare per prove ed errori, scrivere ascoltando e scoprendo che le note salgono e scendono sul pentagramma esattamente come le sentiamo salire e scendere in una melodia.
Anche insegnanti con poche competenze musicali possono aiutare i bambini a comprendere i valori delle note, quarti ed ottavi, note lunghe e note corte, pause da un ottavo e da un quarto.
La necessità di completare la battuta musicale, stimola il collegamento fra matematica e musica, note musicali e frazioni. La possibilità di inserire il testo sotto ogni nota porta i bambini a riflettere sulla divisione in sillabe insita nel canto.
Sito di riferimento per il download e tutorial in inglese per cominciare a usarlo https://musescore.org/it
E, udite udite, c’è anche l’App per Android sul Google Play
Su Youtube, infine, sono disponibili svariati video in italiano che aiutano ad imparare a fare tantissime cose.
Questo tutorial è di Maurizio Palmieri: https://youtu.be/zCOIKILN5s0