Il sito della maestra Daniela

La maestra Daniela insegna in una scuola elementare di Roma. Il suo sito, abbastanza semplice, vuole essere un modo per far conoscere ed apprezzare il “mestiere dell’insegnante”.
Offre, quindi, spunti per riflettere sul ruolo degli insegnanti nella società ma anche materiale didattico per le classi dalla 1 alla 4 davvero utile per altri insegnanti e genitori.

Si tratta di attività pensate e prodotte per il lavoro di tutti i bambini. Molti interessanti i mini libri per avviare alla lettura i bambini di prima.

Link: https://sites.google.com/site/ilsitodellamaestradaniela/

Giochiecolori.it

giochoecoloriSu giochiecolori.it schede didattiche per la scuola primaria realizzate dall’autore del sito, ebook e libri da colorare, disegni da stampare e colorare, giochi educativi e per tutti i gusti, lavoretti, sculture di carta, quiz, enigmistica per bambini, schede gioco e attivita’ in inglese, recensioni di siti con contenuti per bambini.
Se cercate bei giochi didattici e divertenti per i bambini di tutte le classi è il posto giusto!!! Ma non solo, ci sono svariati materiali di storia, inglese, italiano, educazioni, persino verifiche, …

#IMiei10Libri

imiqi10libriL’iniziativa ha lo scopo di promuovere la lettura e la cultura, di formare lettori motivati e consapevoli, di accrescere e alimentare il desiderio di imparare e apprendere, di sottolineare la funzione della lettura come indispensabile pratica educativa e formativa, di rafforzare il ruolo e la visibilità delle biblioteche scolastiche intese, oggi, nella loro nuova accezione di laboratori e ambienti innovativi in cui, anche attraverso nuove metodologie didattiche, coltivare e sviluppare conoscenze, saperi, attitudini e abilità trasversali.
A tal fine gli studenti sono chiamati a votare i libri preferiti che, anche in formato digitale, andranno ad arricchire le biblioteche scolastiche dei loro istituti.
Link: http://ext.pubblica.istruzione.it/iMiei10Libri/scegliIlTuoLibro

L’applicazione al momento non è disponibile. Ce ne scusiamo. O forse è qualcun altro più in alto che dovrebbe scusarsi.

Nuova piattaforma di educazione stradale nelle scuole

edstradaleUna nuova piattaforma per l’educazione stradale nelle scuole. È online il portale del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca www.edustrada.it, una vetrina di buone pratiche, uno spazio interattivo tematico dedicato alla raccolta e allo scambio di contenuti informativi e didattici. Il portale rientra tra le iniziative messe in campo dal Miur, in collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit), sul tema della sicurezza stradale e della prevenzione degli incidenti.

www.edustrada.it vuole essere uno strumento operativo per aumentare il coinvolgimento degli studenti e dei docenti. Le scuole avranno a disposizione nella piattaforma materiali e progetti didattici, monitoraggio dei dati ed un forum di discussione per approfondire i temi inerenti alla sicurezza stradale, alla prevenzione degli incidenti, al rispetto delle norme di sicurezza, alla mobilità sostenibile. On line anche il piano di educazione stradale elaborato per l’anno scolastico in corso, il 2016/2017, dal Miur di concerto con il Ministero dei Trasporti.

“Comunicare efficacemente l’educazione stradale nelle scuole è il nostro obiettivo, occorre un lavoro di squadra – ha spiegato il Sottosegretario Toccafondi -. È un impegno costante che abbiamo preso in primo luogo con i ragazzi, veri protagonisti del futuro, per salvaguardarli dai rischi e dai pericoli della strada”. La nuova piattaforma interattiva fungerà da raccolta tematica di tutti i programmi attivi per l’anno scolastico 2016/17. In sinergia con il MIT, la Polizia Stradale, ACI, FCI (Federazione ciclistica italiana), l’Associazione Guarnieri, siamo riusciti a predisporre un coordinamento organizzativo delle Linee guida per l’educazione stradale, operando un monitoraggio costante del numero di scuole ed alunni che hanno aderito e completato ciascun programma educativo. Consentire ai nostri ragazzi di muoversi in sicurezza nelle città va ben oltre l’obiettivo politico, esprime la nostra volontà di renderli cittadini attivi e consapevoli per una convivenza civile”, ha concluso Toccafondi.

“Il tema della formazione legata alla sicurezza stradale è tra le priorità che questo Governo si è posto dall’inizio del suo mandato”, ha detto il Vice Ministro dei Trasporti Riccardo Nencini. “I dati – ha aggiunto – sono da ‘guerra civile’: ci sono ancora troppi incidenti sulle strade che provocano la morte e feriti gravi. Con la patente a punti, negli ultimi dieci anni, il numero degli incidenti mortali è dimezzato, ma non basta”. “Siamo andati nelle scuole e il progetto seguiterà anche quest’anno – ha aggiunto Nencini – a spiegare e condividere con i ragazzi le Linee guida del nuovo Codice della Strada e a chiedere agli studenti collaborazioni con le istituzioni, valutando di premiare gli elaborati e le proposte più innovative. Il messaggio che vogliamo dare è che non è ‘ganzo’ chi non rispetta le regole e magari si mette alla guida ubriaco o drogato, ma chi indossa il casco in moto e guida l’auto nei limiti di velocità”.

I dati degli incidenti stradali nel nostro Paese sono ancora troppo elevati. Nel 2015 si sono verificati in Italia 173.892 incidenti stradali con lesioni a persone. Sempre nel 2015, nella Ue, sono stati contati 52 decessi per incidente stradale ogni milione di abitanti, e 56,3 nel nostro Paese (che si colloca al 14° posto nella graduatoria europea). In questo scenario appare sempre più fondamentale e decisivo il lavoro preventivo ed educativo da fare nelle scuole. Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ed il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti già da diversi anni lavorano insieme ad azioni e progetti negli istituti scolastici. Nell’anno scolastico 2014/15 sono stati più di 117 mila gli studenti coinvolti nei progetti nazionali e territoriali.

Il nuovo sito di “Lettura che avventura”

Lettura… che avventura!” è un progetto educativo finalizzato a promuovere la lettura in ogni ambito sociale, educativo e culturale attraverso l’ideazione di progetti originali ed efficaci.
I progetti di lettura sono stati creati e suddivisi per riuscire ad interagire con i lettori di tutte le età: dai neonati agli adulti.

Il Progetto “Lettura…che avventura!” racchiude il “credo” di un’educatrice, Simona Maiozzi: nei bambini e nei ragazzi che rappresentano il nostro futuro, nel diritto di ognuno di salpare su quel “vascello veloce come un libro” che porta “in terre lontane” (E. E. Dickinson) verso gli orizzonti incantati dei libri.  😛

Concorso sulla sicurezza stradale

La World Road Association Italia (AIPCR) e ANAS S.p.A. presentano il concorso internazionale Giovani Video Makers per la Sicurezza Stradale.

L’intento è quello di promuovere la cultura della sicurezza stradale ed una consapevolezza che ha come fine ultimo la salvaguardia della vita umana. Per l’iniziativa è stato richiesto il Patrocinio del  Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Ministero  dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Ministero dell’Interno, AISCAT, SIAS, Agenzia Roma Servizi per la Mobilità.

TEMA DEL VIDEO

Il concorso intende selezionare e premiare i migliori video amatoriali dei giovani sulla sicurezza stradale. Il video presentato, di massimo 3 minuti, dovrà rappresentare (anche con l’eventuale ausilio di audio, musica e testi) il tema  del Concorso: evidenziare come principale fattore di rischio,  causa di incidenti stradali, la disattenzione verso l’azione della guida, dovuta tra l’altro all’utilizzo di dispositivi mobili, all’utilizzo di dispositivi presenti sull’auto (radio, navigatore etc.) o al fumo. Alla disattenzione si associano le altre cause come lo stato di alterazione da sostanze psicotrope e alcool, non utilizzo dei dispositivi di protezione, stanchezza.

Il video dovrà avere caratteri di originalità e non avere contenuti di altri lavori sia di produzione privata sia di carattere pubblicitario. Le immagini eventualmente utilizzate dovranno essere libere da copyright pena esclusione dal concorso. La traccia musicale, ove presente, dovrà essere esente da copyright pena esclusione dal concorso.

CHI PUO’ PARTECIPARE AL CONCORSO

Il Concorso Giovani Video Makers per la Sicurezza Stradale  si rivolge a giovani tra i 14 e i 20 anni di età.

Difatti, l’indice di mortalità fra I guidatori tra I 15 e i 24 anni è il doppio rispetto ai guidatori più esperti.

Il rischio non è solo per il guidatore. Per ogni giovane guidatore che perde la vita in un incidente, la perde anche una media di altre 1,3 persone.

Al  Concorso possono partecipare sia singoli sia squadre formate da più persone. Nel caso di squadre di più persone il/i premio/i saranno unici per tutta la squadra nel suo insieme.

Ogni partecipante al concorso libera, garantisce e manleva La World Road Association Italia (AIPCR) e ANAS S.p.A., nonché tutti coloro i quali hanno collaborato all’organizzazione ed allo svolgimento del concorso medesimo, da ogni e qualsiasi responsabilità, civile e penale, correlata alla produzione e pubblicazione del video, rispondendo direttamente in ordine a qualsiasi reclamo o richiesta risarcitoria venisse avanzata da terzi, in ragione della produzione, pubblicazione o divulgazione dello stesso.

Con la compilazione del form di partecipazione al concorso e contestuale invio del video ogni partecipante si assume la piena ed incondizionata titolarità e proprietà del video stesso nonché il possesso di tutte le eventuali necessarie autorizzazioni da parte di coloro che, a qualsiasi titolo, risultano ivi ritratti o filmati.

CRITERI DI SELEZIONE E DI VALUTAZIONE DEI VIDEO

Verranno selezionati 10 (dieci) video anche in base al numero di visualizzazioni ottenute su YouTube nel periodo  dal giorno del lancio del concorso alla data stabilita nel presente Bando. La Commissione di garanzia e valutazione esaminerà i 10 (dieci) video considerati migliori e procederà alla selezione del vincitore  in base ai criteri stabiliti dal presente bando.

Il video dovrà avere lo scopo di evidenziare la consapevolezza del rischio  per sé e per gli altri di una guida distratta o alterata inducendo i coetanei, ed in generale tutti gli utenti della strada, a riflettere.

Risulteranno elementi costituenti punteggio di valutazione la qualità e originalità del video, della regia e della sceneggiatura. Pari peso verrà dato in fase di valutazione all’efficacia degli slogan presentati.

L’eventuale esclusione dal concorso, intervenuta in sede di preventivo controllo del video da parte del comitato tecnico, non comporterà il sorgere di alcun diritto, anche di natura risarcitoria, facoltà o pretesa giuridicamente rilevante in favore del concorrente escluso.

SEZIONE INTERNAZIONALE

Il Concorso Internazionale Giovani Video Makers per la Sicurezza Stradale si rivolge anche a partecipanti della stessa età di altri Paesi europei ed extra europei con l’intenzione di coinvolgere giovani con esperienze diverse e abitanti in contesti sociali e geografici diversi così da consentire un paragone tra i diversi approcci e le diverse sensibilità a livello globale.

I video pervenuti da partecipanti non residenti in Italia verranno selezionati secondo le medesime modalità dei video provenienti dall’Italia ma verranno poi valutati dalla Commissione internazionale istituita tra gli esperti del Comitato Tecnico Internazionale AIPCR National Road Safety Programs and Policies.

Il vincitore della Sezione Internazionale concorrerà ad un premio separato da quello della sezione nazionale.

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

Ciascun partecipante potrà presentare un solo video; il video non potrà superare la durata di 3 minuti; il video dovrà essere esclusivamente nei formati accettati da YouTube; il video potrà avere un peso massimo di 500 Mb.

Il video dovrà essere caricato attraverso la sezione dedicata all’iscrizione del sito www.thinkdrive.org o spedito tramite il servizio di  wetransfer.com utilizzando le istruzioni indicate nel sito.

Contestualmente si dovrà inviare il modulo di partecipazione allegato al bando (all.1, scaricabile anche dalla sezione dedicata all’iscrizione nel www.thinkdrive.org) all’indirizzo di posta elettronica concorso@thinkdrive.org dando comunicazione dell’avvenuto caricamento.

Il video così inviato verrà verificato dalla Commissione di garanzia e valutazione di cui al seguente punto del presente bando per la sua conformità ai termini del Concorso e opportunità in base ai criteri di selezione indicati e quindi pubblicato sulla pagina ufficiale di YouTube del Concorso internazionale YOUNG VIDEOMAKERS ROAD SAFETY CONTEST 2016.

Dell’avvenuta approvazione e caricamento su YouTube del video  verrà data informazione tramite posta elettronica all’indirizzo comunicato dal partecipante. Al video verrà apposto in sovraimpressione il logo del concorso e un codice di riferimento.

TERMINI

Il termine previsto per l’invio dei video è fissato al 30 luglio 2016.

Non verranno accettati video presentati oltre tale data.

Successivamente a tale data seguirà un periodo di 25 giorni per la diffusione del materiale senza l’ulteriore aggiunta di nuovi video al fine di consentire una più completa visualizzazione anche dei video pubblicati per ultimi.

LA COMMISSIONE DI GARANZIA E VALUTAZIONE

La Commissione di Garanzia e di Valutazione svolgerà i compiti descritti nel presente bando e sarà composta da esperti nel settore della sicurezza stradale e della comunicazione.

La Commissione è così composta:

Membri: Leonardo Annese, Claudio Arcòvito, Roberto Arditi, Mario Avagliano, Fabrizio Benvenuti, Marco D’Aloisio Mayo, Lorenzo Natoli, Saverio Palchetti, Stefania Pesanti, Dario Zerboni, Daniele Sorrentino.

PREMI E PRESENTAZIONE DEI VINCITORI

Il premio per il vincitore selezionato ammonta ad euro 1000 (mille).

Altri due premi verranno assegnati dalla Commissione per le due  seguenti categorie:

  1. Migliore fotografia
  2. Migliore soggetto originale

Per i vincitori delle due categorie il premio è di euro 500  cadauno.

Il vincitore del concorso verrà ufficialmente premiato nel corso dell’ International Meeting on Road Safety Policies and New Technologies previsto a Roma il 29 settembre 2016 presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Il video vincitore verrà distribuito sui canali informativi e i social da  AIPCR e ANAS S.p.A. oltre ad essere trasmesso attraverso la piattaforma di comunicazione dell’Agenzia Roma Servizi per la Mobilità sui monitor posizionati lungo le banchine della metropolitana e sugli autobus.

Sarà  organizzato un evento dedicato per la presentazione dei migliori video.

Il video vincitore verrà altresì distribuito a livello internazionale attraverso i canali messi a disposizione dai 122 Paesi membri dell’’Associazione Mondiale della Strada.

Il vincitore della sezione internazionale verrà premiato con premio di euro 1.000 (mille) e distribuzione del video, ove possibile,  sui media e i social del Paese di appartenenza o di altri Paesi membri dell’AIPCR.

Ai sensi del DPR 430 del 26/10/2001, art. 6, lett. a, il presente concorso non è considerato “concorso a premi”.

ACCETTAZIONE DEL REGOLAMENTO

La partecipazione al concorso implica l’accettazione integrale del presente regolamento ed ogni irregolarità o inadempimento al medesimo renderà nulla la partecipazione e farà decadere da ogni eventuale maturato diritto al Premio, salvo il risarcimento del maggior danno causato.

L’organizzatore del concorso si riserva di apportare modifiche al presente regolamento qualora le stesse si rendessero necessarie o anche solo opportune, ciò a proprio insindacabile giudizio, impegnandosi comunque a darne immediata comunicazione a tutti i concorrenti ed agli interessati.

Ogni partecipante riconosce espressamente a AIPCR e ANAS S.p.A la facoltà di poter utilizzare il proprio video gratuitamente, nell’ambito e nello svolgimento delle relative attività.

Il caricamento del video sul sito www.thinkdrive.org, o spedito tramite il servizio di  wetransfer.com utilizzando le istruzioni indicate nel sito, equivale inoltre a rinuncia, da parte del suo autore, ad ogni pretesa di carattere economico nei confronti di AIPCR e ANAS S.p.A, salvo il mantenimento del diritto di autore sul video medesimo.