EssentialPIM ovvero come organizzare le giornate

essentialPimEssentialPIM  è un software, funziona da agenda, rubrica e gestore di posta elettronica. Si scarica all’indirizzo www.essentialpim.com/it.
E’ tutto in italiano e assolutamente gratis. E’ disponibile per Windows, e come App per Android e iOS. L’edizione base disponibile ha tutti gli strumenti che possono servirci per gestire dal computer i nostri impegni, i contatti e anche la posta elettronica, così da avere l’intera situazione sottomano in un’unica finestra di lavoro ben suddivisa e presentata.

I suoi punti di forza:

  • è uno strumento davvero completo e raffinato
  • molto intuitivo e facile da usare
  • volendo, dispone anche di un servizio cloud
  • funziona pure come rubrica

Al primo avvio ci presenta una schermata con alcuni esempi per darci modo di vedere come funziona.
– Nuova agenda: dal menu File scegliamo Nuovo e poi file di dati EPIM, per creare una nuovo agenda da zero. Inseriamo i dati.
– Nuovo impegno: facciamo clic su un giorno del calendario in basso a sinistra e poi su una delle righe nella finestra. Inseriamo i dati.
– La rubrica: alla voce rubrica inseriamo i dettagli dei nostri contatti personali o di lavoro. Possiamo indicare telefono, indirizzo, foto, note e persino data di nascita.

Hangouts

Hangouts è uno strumento di Google che permette di effettuare delle videochiamate e di trasmettere eventi online.
Lo strumento offre agli utenti che trasmettono la possibilità di condividere il proprio schermo, utilizzare la chat o condividere dei documenti con tutti gli altri utenti.

Per utilizzare Hangouts è necessario disporre di un account Google e, al primo utilizzo, sarà necessario di installare un apposito plugin per il browser utilizzato, al fine di rendere possibile la trasmissione.

E’ possibile effettuare delle trasmissioni riservate per un numero massimo di 10 studenti che possiedono un account Google. Per lo streaming, invece, si ha a disposizione un pubblico illimitato.

Scegli tra Videochiamata, Telefonata, Messaggio e sincronizza il tuo Hangouts con tutti i tuoi dispositivi iOS,Android e sul Web.

Toonstatic 3D

Con Toontastic 3D di Google basta uno smartphone e un po’ di fantasia per creare brevi e divertenti cartoni animati. Peccato che per l’ennesima volta un prodotto destinato ai bambini non sia localizzata in italiano.

Nasce per realizzare piccoli cartoni animati, partendo da una serie di scene predefinite e utilizzando personaggi stilizzati, i classici “doodle”, come protagonisti. Si chiama Toontastic 3D ed è la nuova app di Google per i bambini.

Rilasciata per smartphone e tablet iOS e Android Toontastic 3D è semplice, ben fatta e ben pensata: i più piccoli possono sfruttare i set e i suoni già creati da Google per muovere sullo schermo i personaggi usando solo le dita, aggiungendo eventualmente una narrazione e una musica di sottofondo, questo a seconda del mood della scena.

Toontastic semplifica al massimo la creazione dello storyboard: le scene vengono aggiunte automaticamente, i personaggi vanno pre-selezionati e all’interno delle scene sono già presenti gli oggetti animati con i quali i personaggi possono interagire.

Non ci sono ovviamente limiti: i più creativi possono anche disegnare i loro personaggi e gli scenari, opzione questa dedicata però ai più esperti.

Tripline, le tue mappe sono le tue storie

Tripline è uno strumento del web che consente di realizzare dei percorsi interattivi animati a partire dalle risorse di Google Maps.
Tripline è nata con l’obiettivo di condividere e raccontare i viaggi degli utenti, ma può essere anche utilizzata come valida risorsa per le attività didattiche.

Particolarmente indicato è l’uso del programma nelle discipline Storia e Geografia. Infatti, grazie a Tripline, si possono creare dei percorsi mediante la selezione su mappa di un itinerario secondo un ordine prestabilito. Indicate le varie località, Tripline eseguirà un’animazione che porta l’utente in viaggio attraverso i luoghi scelti.

E’ inoltre possibile aggiungere a ogni luogo delle immagini e dei commenti, inoltre è possibile selezionare, tra quelle disponibili, un elemento musicale che verrà riprodotto durante tutto il viaggio virtuale predisposto. Tripline è disponibile su App Store per iPhone e iPad.

Video Tutorial

Apps per bambini: Mamamò

Mamamò è il primo portale italiano dedicato alle app e alla tecnologia rivolta ai bambini.
Esso rappresenta una guida per genitori nella giungla delle app per smartphone e tablet, con segnalazioni e recensioni di applicazioni che hanno una buona qualità tecnica di realizzazione, funzionalità di supporto alla maternità e contenuti educativi o di intrattenimento utili per lo sviluppo del bambino.

Secondo l’ideatrice del sito Roberta Franceschetti, i bambini apprezzano i libri e le app educative quando sono ben realizzati e hanno un approccio ludico. Ecco alcuni esempi di app molto apprezzate: “Peekaboo Barn”, “Dans mon rêve”. La prima è un bestseller dell’App Store, una piccola, deliziosa app, capace di trasferire la meraviglia inossidabile del gioco del “Cucù” su tablet e smartphone. L’altra, che ha vinto il Bologna Ragazzi Digital Award, è un delicatissimo e poetico esempio di applicazione digitale dei libri a pagine separate, in cui immagini e testi si combinano tra loro in modo potenzialmente infinito, in cui tutto si contamina e tutto si trasforma, come accade nei sogni o nel fertile immaginario proprio dell’infanzia. Ma ce ne sono tante altre pronte da scaricare.

Tuttavia, individuare le app giuste nel gran calderone dell’App Store (o di Google Play) è come cercare un libro che ci può interessare su uno scaffale infinito, organizzato per categorie piuttosto generiche.
Trovarlo è praticamente impossibile, a meno che non si sappia già esattamente cosa si sta cercando. I coraggiosi esploratori degli store finiscono il più delle volte con il rimanere delusi, scoprendo solo dopo l’acquisto che il prodotto non è ciò che si aspettavano. Manca, sostanzialmente, il ruolo di selezione, filtro e riorganizzazione, che nell’universo “reale” viene esercitato dalle edicole, dalle librerie, dai negozi di videogiochi.
E’ proprio questo il compito del sito in oggetto: selezione, filtro, riorganizzazione.

Messaggistica intelligente con Allo

alloIl settore della messaggistica istantanea ha un leader, WhatsApp, usato in maniera massiccia da chi ha uno smartphone, ma non mancano proposte alternative. L’ultima nata in casa Google si chiama Allo: unisce la possibilità di scambiare messaggi, emoticon e inviare la propria posizione, alla presenza di un assistente virtuale, sul modello di Siri della Apple. Per far intervenire Google Assistant durante una conversazione tramite Allo è sufficiente digitare @google e porre una domanda. Questo tipo di funzionalità intelligente già presente in Telegram, sembra rappresentare il futuro dei sistemi di messaggistica istantanea considerato l’uso estensivo in termini di tempo che ne fanno gli utenti, anche in ambito lavorativo. L’assistente imparerà a conoscerci al volo e rispondere come si deve.

L’App è disponibile sia per sistemi Android che per iOS della Apple ed è in fase di distribuzione nella maggior parte del mondo e potrà essere scaricata anche in Italia, ma alcune sue funzioni saranno disponibili solo in inglese per i primi tempi. Dopo avere installato l’applicazione, come per WhatsApp, la registrazione avviene tramite il proprio numero di cellulare e chi vuole può collegare il suo account Google, in modo da avere più servizi e ottenere informazioni migliori e personalizzate con l’assistente automatico. Allo può essere usata esclusivamente su smartphone e per ora non è previsto che ne siano realizzate versioni per computer.