Scuola elettrica

scuola-elettrica

scuola elettrica

Scuola elettrica è un sito per tutte le scuole e materie, infatti si rivolge ad un target di utenti molto ampio che va dai 6 anni di coloro che frequentano la scuola primaria ai 18 anni e successivi degli studenti universitari.
Il sito è presente sul web da molto tempo (2000) e ciò si nota, anche, dal design e dal funzionamento del sito abbastanza vecchiotto come meccanismo.
Ma il portale è tutt’altro che male, esso conserva al suo interno moltissimi materiali multimediali messi a disposizione da docenti esperti ognuno nella propria materia: lezioni, corsi, analisi, esercizi, programmazioni, video, …

Una particolarità del sito è rappresentata dai molti programmi automatizzati che sono parte integrante del portale, come il Coniugatore dei verbi, l ‘Analizzatore di latino, l’Analizzatore grammaticale, il Calcolatore geometrico, il Correttore, ed altri programmi.

Risorse didattiche scuola

screenshot-2015-07-10-15-50-28Veramente splendido il sito didattico risorsedidattichescuola.it dell’insegnante Angela Costantini.
Il sito si rivolge agli insegnanti di scuola primaria con schede di matematica, lavoretti, giochi didattici, recite teatrali in inglese per bambini. Vuoi imparare cantando? Trovi musica per bambini.
Idee didattiche e ludiche per alunni bes e dsa.

Le sezioni più importanti del sito compaiono subito, non appena si apre la homepage del sito, simili alle icone a mattoni grandi di Windows e sono fra gli altri: matematica, inglese, musica, tecnologia scuola. Ci sono anche programmazioni di inglese, giochi didattici, lavoretti, recite e quant’altro. Brava!!!

Concorso: la cultura di Internet e l’app Internetopoli

internetopoliLa Ludoteca del Registro .it, patrocinato dall’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza,  è un progetto del Registro .it (Istituto di Informatica e Telematica del Cnr di Pisa) dedicato alla diffusione della “cultura di Internet” e rivolto alle scuole primarie e secondarie di primo grado.

Ad oggi sono circa 250 le classi e oltre 5000 i bambini incontrati in tutto il territorio nazionale. Il percorso formativo parte dalla scoperta dei meccanismi di funzionamento di Internet per trattare le tematiche legate alla navigazione sicura, evidenziando sempre le risorse e le potenzialità di Internet.  I moduli formativi sulla sicurezza online sono introdotti da una serie di cartoni animati educational intitolata “Navighiamo sicuri con il Prof. Ittì”, completamente originale, prodotta appositamente. Il personaggio principale è un eccentrico esperto informatico che risolve i dubbi di due piccoli “internauti” alle prese con i rischi di una navigazione non sempre sicura: virus informatici, furto di identità, violazione della privacy, computer addiction, attendibilità dei siti web, tutela del diritto d’autore in Rete.

Gli incontri si svolgono mettendo sempre i bambini al centro dell’esperienza, coinvolgendoli attivamente e cercando di far emergere riflessioni e abilità personali. Sul piano degli strumenti l’approccio è molteplice: multimediale, tradizionale e 2.0, con giochi di gruppo, cartoni animati e attività con i tablet. I laboratori sono svolti nelle classi dagli educatori della Ludoteca del Registro .it, spesso in collaborazione con gli insegnanti.

Tra le novità l’avvio del progetto di peer education “Let’s Bit!”, il cui fine è formare ragazzi delle scuole superiori che possano affiancare gli educatori della Ludoteca nelle classi delle primarie.

Ludoteca del Registro .it è un progetto del Registro.it (www.registro.it), l’anagrafe dei domini a targa italiana, gestito dall’Istituto di Informatica e Telematica del Cnr di Pisa.

Info: www.ludotecaregistro.it

Internetopoli, alla scoperta della Rete

Per potenziare la diffusione dei contenuti formativi, la Ludoteca del Registro .it ha ideato la web app “Internetopoli” (www.internetopoli.it). Una delle caratteristiche del progetto è la ricerca costante di metodi e strumenti sempre nuovi, perché l’unico linguaggio adatto alla generazione dei “mobile born” è quello dell’innovazione. Internetopoli risponde a questa esigenza, l’applicazione è infatti multimediale, interattiva e compatibile anche con la Lim. Realizzata in collaborazione con Giunti Os, i contenuti si articolano in otto livelli che corrispondono a queste macro aree tematiche:

  • come funziona Internet
  • i nomi a dominio
  • storia e organizzazione della Rete
  • identità digitale e social network
  • utilizzo consapevole e sicuro
  • le opportunità della Rete
  • le “città intelligenti”
  • “Internet delle cose”

 

Ogni sezione tematica prevede una parte di spiegazione e una di quiz, con l’inserimento di video, mappe interattive e cartoni animati. In una logica multimodale personalizzabile, in perfetta sintonia quindi con le abitudini dei nativi digitali.

L’applicazione è pensata per consentire all’insegnante, in piena autonomia, di navigare all’interno della città di Internet scegliendo di affrontare o di approfondire solo alcuni argomenti con la massima flessibilità, cliccando su vari “hotspot” nascosti nella città. Il passaggio ai vari livelli avviene dopo il superamento di un quiz che ha l’obiettivo di fissare i concetti fondamentali. Ogni voce tecnica è spiegata e linkata in un glossario. La metafora che unisce i vari argomenti è, come dice il nome, la città, adatta a spiegare contesti micro e macro, da Internet come rete mondiale, a “Internet delle cose”, dentro le case e la famiglia. Per capire il mondo della Rete da più punti di vista e diventarne a pieno titolo “cittadino digitale”. L’applicazione prevede una guida a supporto per insegnanti e genitori.

Internetopoli è scaricabile gratuitamente all’indirizzo: www.internetopoli.it

Scuola valore, risorse per docenti

Come è noto, nell’ambito del Programma Operativo Nazionale (PON) 2007/2013, finanziato con il Fondo Sociale Europeo (FSE) “Competenze per lo sviluppo”, sono state attivate azioni specifiche di formazione in servizio dei docenti, alcune delle quali di carattere nazionale, in collaborazione con la Direzione Generale per il Personale scolastico di questo Ministero e con la collaborazione scientifica e operativa dell’Indire, nell’ambito delle quali è stata prodotta una vasta gamma di materiali didattici.

In merito, si richiama l’attenzione sulla specifica nota già emanata da questa Direzione Generale, con prot.n.AOODGAI/1323 del 12/02/2014, finalizzata a presentare e pubblicizzare le attività formative ed i materiali prodotti, sistematizzandoli e valorizzandoli su uno specifico Repository messo a punto dall’Indire, per renderli disponibili e fruibili, a supporto della prassi didattica e della professionalità docente.

Il Repository, denominato “SCUOLA VALORE – Risorse per docenti dai Progetti Nazionali”, nasce non solo come risposta all’esigenza di diffondere e valorizzare il patrimonio di contenuti disciplinari realizzati da Indire nell’ambito dei progetti di formazione dei docenti finanziati con i fondi strutturali europei 2007/2013 e promossi nelle quattro regioni italiane Obiettivo Convergenza (Calabria, Campania, Puglia, Sicilia), ma anche come progetto volto a far crescere il sistema-istruzione, sostenendo i processi di innovazione e riforma e partendo dal presupposto che l’aggiornamento in servizio dei docenti sia una delle leve principali per migliorare la qualità dell’istruzione e le performance scolastiche degli studenti italiani.

Tali materiali sono stati elaborati e costantemente aggiornati tenendo conto delle linee di indirizzo fornite dai documenti normativi succedutisi negli anni, proprio con l’intenzione di offrire un aiuto concreto ai docenti impegnati, quotidianamente, ad innovare la propria didattica coerentemente con i nuovi assetti ordinamentali e, nel contempo, con una particolare attenzione ai problemi attuali della ricerca scientifica delle discipline di riferimento, all’utilizzo didattico avanzato delle nuove tecnologie multimediali e della comunicazione, all’attiva partecipazione del discente nella costruzione della conoscenza.

Ciò premesso, si informa che il suddetto Repository, è stato aggiornato con la pubblicazione di circa 200 nuove risorse rivolte ai docenti in servizio ed è accessibile all’indirizzo web http://www.scuolavalore.indire.it/ 

Il sito presenta una raccolta organizzata ad accesso libero e gratuito di oltre 800 risorseper i docenti sviluppate per i principali ambiti disciplinari, italiano, matematica, lingue straniere e scienze, e per i diversi livelli scolastici, scuola dell’infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di I grado e II grado.

Le risorse possono essere individuate attraverso una ricerca libera sia sulla base dei livelli scolastici, sia sulla base di un argomento specifico.

I contenuti proposti, partendo dai bisogni che nascono sul campo, comprendono: riflessioni e approfondimenti teorici in ambito disciplinare, percorsi didattici da sperimentare in classe, video-lezioni, mappe concettuali, simulazioni, tutorial, suggerimenti per affrontare specifiche difficoltà di apprendimento, prove per la verifica degli apprendimenti degli studenti. In particolare le nuove risorse pubblicate sono arricchite anche da video animazioni o video documentazioni finalizzati a favorire e promuovere gli aspetti di analisi e di riflessione.

Le attività presentate possono essere consultate, sperimentate, riproposte in un’ampia varietà di situazioni didattiche e riadattate in maniera personale in base ai diversi contesti.

Olimpiadi nazionali ed internazionali di informatica 2015

In attuazione del Protocollo di intesa tra Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e AICA (Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico) dell’1.4.2009, anche questo anno viene promossa la partecipazione, giunta ormai alla sua quattordicesima edizione, alle Olimpiadi Italiane di Informatica (OII) degli studenti che frequentano le istituzioni scolastiche secondarie di II grado. L’evento assume particolare significato in quanto costituisce occasione per far emergere e valorizzare le “eccellenze” esistenti nella scuola italiana, con positiva ricaduta sull’intero sistema educativo. A maggior ragione se si considera che le discipline scientifiche hanno un valore strategico sia per lo sviluppo della ricerca scientifica e tecnologica sia per la formazione culturale e professionale dei giovani. Inoltre, attraverso iniziative come le Olimpiadi di Informatica si creano le precondizioni per prepararli al lavoro e agli ulteriori livelli di studio e ricerca.

Si auspica pertanto che, dopo le costanti e brillanti affermazioni delle precedenti edizioni, l’Italia possa partecipare alle prossime Olimpiadi Internazionali di Informatica con i suoi migliori studenti e che gli stessi docenti ne traggano elementi per migliorare le loro tecniche di insegnamento. A livello territoriale verranno promosse e incrementate attività di formazione tese a migliorare la preparazione dei ragazzi in vista delle selezioni territoriali e nazionali.

La partecipazione è aperta a tutte le istituzioni scolastiche di II grado – statali e paritarie – che ritengono di avere studenti con interesse per l’informatica e con elevate capacità, soprattutto riguardo gli aspetti logici, algoritmici e speculativi di tale disciplina. Al fine di agevolare la scelta delle singole istituzioni scolastiche, si forniscono le modalità di partecipazione all’iniziativa e le relative fasi del processo di selezione.

1. Condizioni per la partecipazione

Per partecipare lo studente deve essere:

· iscritto ad una delle prime quattro classi della scuola secondaria di secondo grado;

· nato dopo il 30 giugno 1997;

· impegnarsi, qualora superi le prime prove di selezione, a frequentare i corsi di formazione che si terranno prima della competizione internazionale;

· impegnarsi, qualora superi l’ultima selezione, a recarsi all’estero per partecipare alla gara internazionale con gli accompagnatori designati dal Comitato.

2. Modalità di partecipazione

· Le scuole che intendono aderire devono iscriversi, registrando i propri dati direttamente sul web. Il link di accesso al sistema di registrazione è raggiungibile dal sito ufficiale della manifestazione: www.olimpiadi-informatica.it.

· Le istituzioni scolastiche, all’atto dell’iscrizione, devono indicare un docente referente, cioè la persona con cui l’organizzazione olimpica si terrà in contatto per inviare tutte le informazioni e le comunicazioni necessarie. I rapporti si terranno prevalentemente via e-mail. Tali iscrizioni non devono essere effettuate dagli studenti delle scuole interessate.

L’adesione comporta il pagamento di una quota di partecipazione pari a € 50,00 (senza detrarre le commissioni bancarie o postali) da inviare tramite versamento all’Istituto Tecnico Commerciale “E. Tosi” di Busto Arsizio (VA).

Il versamento dovrà indicare chiaramente il nome e la località della scuola e dovrà essere effettuato:

· per le scuole statali: tramite girofondo sul conto di tesoreria unica 317680 (codice IBAN IT 14 Z 01000 03245 138300317680 – cod. tesoreria 138)

· per i versamenti effettuati da istituti paritari o da privati (non intestatari di un conto di tesoreria unica): tramite bonifico sul conto corrente bancario – codice IBAN IT 18 E 05216 22800 000000004566 – Credito Valtellinese, Ag. di Busto Arsizio, p.zza Vittorio Emanuele II, 5.

Oppure

tramite versamento sul conto corrente postale n.15979214 – codice IBAN IT 64 S 07601 10800 000015979214

· le iscrizioni chiuderanno lunedì 9 novembre 2015 e i pagamenti devono effettuarsi entro il 18 novembre 2015.

3. Fasi del processo di selezione

· Selezione scolastica (18 novembre 2015): le singole scuole opereranno una prima selezione con test preparati a livello nazionale dall’Unità operativa tecnico-didattica del Comitato Olimpico che li farà pervenire, unitamente alle modalità di correzione, alla persona indicata dalla scuola come referente. Il test misura sia la capacità di individuare gli algoritmi risolutivi di problemi logici sia la capacità di comprendere il funzionamento di semplici programmi scritti nei linguaggi Pascal oppure C/C++ (linguaggi ufficialmente consentiti nella competizione internazionale).

Per orientare i ragazzi ad affrontare i test, sono disponibili una guida e una serie di esempi che si possono liberamente scaricare dal sito http://www.olimpiadiinformatica.it/index.php/allenamenti.html.

· Selezione territoriale (14 aprile 2016): gli studenti selezionati verranno sottoposti a un secondo test a livello territoriale, con prove che richiederanno la soluzione di problemi al computer. La selezione porterà all’individuazione di circa 80 studenti da ammettere alla fase successiva.

· Olimpiadi Italiane di Informatica: (15-17 settembre 2016) gli studenti selezionati a livello territoriale saranno chiamati a sostenere la gara nazionale con problemi di difficoltà simile a quelli delle gare internazionali. La gara designerà i vincitori della Olimpiade Italiana e selezionerà altresì i Probabili Olimpici (PO). Sulle singole scuole graveranno le sole spese di viaggio.

· Corsi di formazione e ulteriori selezioni: i PO saranno chiamati a seguire corsi di preparazione a carattere residenziale e telematico tenuti da docenti universitari. Al termine si effettuerà un’ulteriore selezione che porterà alla costituzione della Squadra olimpica internazionale (4 titolari e 2 riserve) che parteciperà alle Olimpiadi Internazionali di Informatica del 2017. Le spese di viaggio e soggiorno saranno a carico dell’organizzazione.

Si segnala inoltre che in alcune regioni, grazie a protocolli di intesa stipulati con le locali Università, si svolgeranno attività di formazione per gli studenti e di sostegno per i docenti con riferimento alle varie fasi di selezione. Attualmente sono attive collaborazioni con i Dipartimenti di Informatica delle Università La Sapienza e Tor Vergata di Roma, di Milano (sede di Crema) di Bologna, di Torino, di Genova, di Trento, dell’Aquila e di Campobasso. Altre potranno avviarsi nei prossimi mesi con l’intento di coprire l’intero territorio nazionale.

Eventuali chiarimenti potranno essere richiesti telefonando al n° 02.76455025 (Segreteria Olimpiadi di Informatica) o scrivendo all’indirizzo info@olimpiadi-informatica.it oppure accedendo al sito www.olimpiadi-informatica.it dove sono disponibili:

· i collegamenti ai siti delle Olimpiadi Internazionali;

· un’ampia raccolta delle prove assegnate nelle competizioni degli anni scorsi;

· esempi di soluzioni ad alcuni problemi di progettazione di programmi;

· il syllabus delle competenze necessarie per affrontare le diverse selezioni ed una bibliografia per la preparazione alle gare;

· il collegamento al correttore online: un supporto automatico che presenta una raccolta di problemi di programmazione (catalogati in base alla difficoltà di soluzione) e consente allo studente di sottoporre la propria proposta di soluzione (scritta nei linguaggi Pascal oppure C/C++) per verificarne la correttezza.

Pocket Code

pocket codePocket Code è una risorsa che permette di creare, modificare ed eseguire, condividere ed estendere programmi usando Catrobat, un ambiente di programmazione visuale, che funziona nello stile dei mattoncini “LEGO”. Può essere usato per creare giochi, animazioni, opere d’arte interattive, video musicali e molti altri tipi di applicazioni; il tutto anche direttamente sul proprio smartphone o tablet.
Per ora è disponibile solo per Android.
Si possono riutilizzare ed estendere programmi creati da altri e condividerli con amici o con il mondo intero. Con Pocket Code è possibile condividere il materiale usando il sito della comunità Catrobat accessibile all’indirizzo https://pocketcode.org/

Introduzione e tutorial – in italiano – alle pagine http://catrob.at/i e https://pocketcode.org/tutorial ]

Nel suo video la bravissima Jessica Redeghieri ci illustra questo interessante servizio.