Carta docente

carta-docenteIl 12 Novembre il MIUR ha informato che l’applicazione web “Carta del docente” sarà disponibile all’indirizzo www.cartadeldocente.istruzione.it entro il 30 novembre.
Nel frattempo per tutti coloro che vogliono acquistare formazione prima del 30 novembre o hanno già fatto acquisti, il MIUR ha specificato che: “Le somme relative all’anno scolastico 2016/2017 eventualmente già spese dal 1° settembre 2016 al 30 novembre 2016 dovranno essere registrate attraverso la piattaforma digitale e saranno erogate ai docenti interessati, a seguito di specifica rendicontazione, dalle scuole di appartenenza.”
Ricordo che ogni docente, utilizzando l’applicazione, potrà generare direttamente dei “Buoni di spesa” per l’acquisto di libri e di testi, anche in formato digitale, per:
– l’acquisto di pubblicazioni e di riviste utili all’aggiornamento professionale;
– l’acquisto di hardware e software;
– l’iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell’Istruzione;
– l’iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale;
– l’acquisto di biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
– l’acquisto di biglietti di musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
– iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione.

Condurre la classe cooperativa

L’Apprendimento Cooperativo (cooperative learning) è stato il tema centrale di una videoconferenza della Flipnet Associazione che si è tenuta il 9 Giugno 2016.
L’Apprendimento Cooperativo consente di sfruttare l’enorme potenziale formativo della collaborazione in classe (motivazione, attenzione, competenze, inclusione, intelligenza emotiva, clima di classe, ecc.).
Non si tratta però del tradizionale lavoro di gruppo ma è la sua evoluzione scientifica e pedagogica.
Stefano Rossi (http://www.pedagos.it), psicopedagogista scolastico e formatore ha affrontato il tema con Maurizio Maglioni professore capovolto di chimica nelle scuole superiori di Roma.

Video per la didattica inclusiva

Viene di seguito proposta la registrazione del webinar “Strumenti digitali per la didattica inclusiva” trasmesso il 22 aprile 2016 dalle ore 17:00 alle ore 18:00. Nel webinar intervengono Giacomo Stella e Paola Pasotto illustrano l’importanza che il libro di testo riveste nel processo di apprendimento e come, in particolare, i nuovi strumenti digitali contribuiscano a renderne accessibili i contenuti, a personalizzare gli interventi didattici, soprattutto con i bambini con BES e DSA.

I relatori inquadrano gli aspetti peculiari che caratterizzano le modalità di apprendimento in età evolutiva. Per ogni tappa del processo vengono illustrate le strategie di intervento e come le tecnologie possono offrire una risposta concreta ed efficace alle difficoltà che gli allievi con bisogni educativi speciali spesso incontrano dalla fase di accesso all’informazione, alla sua comprensione fino alla memorizzazione e rielaborazione.

Corso di Badminton – Bergamo

volano_1La Federazione Italiana Badminton (FIBa)  in collaborazione con quest’Ufficio Scolastico Territoriale (Bergamo) organizza una giornata di formazione teorico-pratica sulle conoscenze e i contenuti della disciplina del Badminton.

Il corso gratuito sarà   tenuto dal docente John Donovan – tutor del progetto Shuttle Time della FIBa ,ed è  riservato ai docenti referenti l’attività motoria nelle scuole primarie  e ai docenti di educazione fisica degli Istituti di Istruzione Secondaria di I grado  della Provincia di Bergamo.

Il corso della durata di 8 ore,  dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00, si svolgerà  giovedì 8 settembre 2016 presso il palazzetto dello sport in via Kennedy a Bagnatica (BG).

Le iscrizioni dovranno pervenire on line   al seguente link: http://goo.gl/forms/dE7nKOjTPr entro e non oltre il 2 settembre 2016. Saranno accettate solamente le iscrizioni pervenute on-line. Il corso si attiverà con minimo 16 partecipanti.

Tutti i partecipanti riceveranno il manuale “Shuttle Time” e relativo  DVD scaricabile dal sito http://www.badmintonitalia.it/formazione/materiale-didattico.html, inoltre si consiglia di scaricare la  APP  gratuita creata da BWF – Confederazione Mondiale di Badminton in collaborazione con la FIBa, con tutte le risorse del progetto visitandola prima dell’inizio del corso.

E’ necessario indossare abbigliamento sportivo. Al termine del corso verrà rilasciato l’attestato e la qualifica di Teacher scolastico del  progetto Shuttle Time della FIBa. Per ulteriori informazioni contattare il delegato provinciale FIBa Bergamo prof.ssa Sara Marchesini 349.7775198 e-mail saramarchesini.bg@gmail.com

Schoolkit

Uno Schoolkit è un modello di istruzioni per sostenere dirigenti, docenti e tutta la comunità scolastica nello sviluppo di pratiche innovative ovvero nella progettazione e nell’attuazione delle azioni del Piano Nazionale Scuola Digitale.

Lo Schoolkit vuole essere una guida, uno strumento flessibile, un modello esemplificativo per le scuole ovvero tra le scuole, i cui contenuti non sono naturalmente indicazioni prescrittive.

Il Piano Nazionale Scuola Digitale è una politica complessa e articolata e, sebbene il MIUR abbia messo in campo diverse iniziative di accompagnamento (tra cui gallery e webinar dedicate ai bandi), può e deve valorizzare il sostegno della “comunità scolastica allargata” nella sua attuazione.

Il sostegno tra pari e la valorizzazione di pratiche diventa, grazie ad un formato comune, un elemento centrale anche dell’attuazione del Piano Nazionale Scuola Digitale.

Gli Schoolkit sono quindi un modo per fare emergere pratiche fino ad ora rimaste nelle menti e nelle mani di chi ogni giorno innova la scuola, o per valorizzare definitivamente quelle che già stavano acquisendo un protagonismo nei percorsi formativi. Allo stesso tempo, rappresentano una consapevole strategia del MIUR per coinvolgere la comunità scolastica e acquisire il sostegno di partner esterni alla scuola ma molto coinvolti con essa. Questa strategia evolverà, e migliorerà grazie ai suggerimenti di ciascuno di voi.

Chi produce gli Schoolkit

Tutti coloro che ritengono di avere una pratica da condividere di cui possa beneficiare la comunità scolastica, e che hanno intenzione di farlo attraverso il formato condiviso. In particolare, immaginiamo tre tipologie di contributori.

Il MIUR, che si impegna ad accompagnare con un modello di istruzioni semplici e coerenti ogni bando e iniziativa che organizzerà sul Piano Scuola Digitale.

La comunità scolastica, che può inviare proposte di Schoolkit – utilizzando il modello presente sul sito – su attività innovative che ha sviluppato con successo o problemi che ha risolto, per valorizzare in tutta la scuola le migliori pratiche.

I partner, istituzionali e privati, che si sono distinti per il loro sostegno alla comunità scolastica e che il MIUR coinvolge di volta in volta per aiutare ad accompagnare le scuole (come l’AGID, il Museo delle Scienze di Milano, Fondazione Mondo Digitale e il Centro Explora di Roma, ad esempio).

_____
Il sito è da considerarsi come un processo sempre aperto per la raccolta e la produzione delle migliori pratiche per l’innovazione nella scuola.
I contenuti presenti sono frutto di prime azioni di coinvolgimento della comunità scolastica e di partner esterni. Questa strategia sarà ovviamente sistematizzata.
Diritto d’autore e responsabilità
Gli Schoolkit sono rilasciati secondo i termini della licenza CC-BY 3.0.
Il MIUR pubblica gli Schoolkit a seguito di adeguate valutazioni di opportunità e accuratezza dei contenuti.
I rispettivi autori degli Schoolkit rimangono responsabili per i profili di attualità, correttezza, completezza e qualità delle informazioni messe a disposizione.

http://schoolkit.istruzione.it

Formazione degli Animatori digitali

Il 21 marzo 2016 si è tenuto presso l’ITET “Pio La Torre” di Palermo il primo incontro di formazione degli Animatori Digitali della Sicilia. Durante la prima parte dell’incontro, è intervenuto il professor Pier Cesare Rivoltella, ordinario presso l’Università Cattolica di Milano insegna Didattica generale e Tecnologie dell’educazione. L’intervento dal titolo “Modelli di didattica attiva e collaborativa nella scuola digitale” è stato suddiviso nelle due parti seguenti:

– media digitali a supporto della didattica;
– dal flipped learning agli EAS.
Di seguito vengono proposti i video delle due parti dell’intervento del Prof.re Rivoltella.