Verso l’isola che non c’è

Niente male il sito dell’insegnante e scrittrice Graziana Bernabei grazianabernabei.it ricco di schede didattiche per la scuola primaria, verifiche di italiano e matematica, risolvere problemi ragionando, tipologie testuali, lessico, metodo sillabico, metodo analogico, …
Il menu principale del sito propone, in particolare, tra le altre pagine Tipologie testuali, Le mie proposte, Ricorrenze, Argomenti stagionali. Ne “Le mie proposte” sono contenute verifiche e schede didattiche di italiano e matematica, al momento per le classi seconde, terze e quarte.

Blended learning – infografica

Blended learning. Un’infografica sulle diverse tipologie e sugli strumenti utili

Nella breve infografica allegata, gli autori di ETML spiegano le nozioni di base che stanno dietro alla cosiddetta modalità di apprendimento di tipo blended, detto appunto Blended Learning. All’interno dell’infografica è anche possibile trovare quelle che sono ritenute le applicazioni offerte dal web 2.0, essenziali per l’implementazione in classe di questa modalità di apprendimento misto. L’infografica è offerta con licenza di tipo Creative Commons e, quindi, è possibile condividerla, stamparla e utilizzarla, purché si citi la fonte.

Ricordiamo che il blended learning è una metodologia didattica che combina le lezioni cosiddetta frontali con le attività da svolgere indipendentemente a casa, mediante l’uso del proprio personal computer.

Esistono sei differenti modelli di blended learning, che di seguito vengono brevemente descritti.

1) Face-to-face driver

Viene utilizzato in base ai singoli casi, in quanto è pensato per i percorsi individualizzati.

2) Rotation

E’ quel modello che comporta un costante rovesciamento dell’insegnamento in aula con l’apprendimento on-line

3) Flex

E’ la modalità di blended learning che prevede principalmente sessioni online, con successivi incontri in presenza.

4) Online lab

L’insegnamento online è previsto interamente in un ambiente di tipo tradizionale (aula) sotto la supervisione di un docente istruttore.

5) Self-blend

Gli studenti hanno la possibilità di migliorare la loro formazione attraverso corsi on-line

6) Online Driver

L’apprendimento avviene interamente online con feedback da parte degli istruttori.

Didattica matematica scuola primaria

didatticamatematicaSul blog del maestro Giampaolo  dedicato alla matematica potrete trovare moltissime schede didattiche da stampare per le classi elementari 1^, 2^, 3^, 4^ e 5^.
Per trovarle immediatamente fate clic sinistro sulla voce di menu Schede da stampare.
Il blog non è tutto qui, tratta vari argomenti e offre materiali diversi: didattica della matematica, lezioni, unità di apprendimento, programmazioni, percorsi didattici, … tutto per la matematica nella scuola primaria.
Veramente un ottimo sito!

#IMiei10Libri

imiqi10libriL’iniziativa ha lo scopo di promuovere la lettura e la cultura, di formare lettori motivati e consapevoli, di accrescere e alimentare il desiderio di imparare e apprendere, di sottolineare la funzione della lettura come indispensabile pratica educativa e formativa, di rafforzare il ruolo e la visibilità delle biblioteche scolastiche intese, oggi, nella loro nuova accezione di laboratori e ambienti innovativi in cui, anche attraverso nuove metodologie didattiche, coltivare e sviluppare conoscenze, saperi, attitudini e abilità trasversali.
A tal fine gli studenti sono chiamati a votare i libri preferiti che, anche in formato digitale, andranno ad arricchire le biblioteche scolastiche dei loro istituti.
Link: http://ext.pubblica.istruzione.it/iMiei10Libri/scegliIlTuoLibro

L’applicazione al momento non è disponibile. Ce ne scusiamo. O forse è qualcun altro più in alto che dovrebbe scusarsi.

Carta docente

carta-docenteIl 12 Novembre il MIUR ha informato che l’applicazione web “Carta del docente” sarà disponibile all’indirizzo www.cartadeldocente.istruzione.it entro il 30 novembre.
Nel frattempo per tutti coloro che vogliono acquistare formazione prima del 30 novembre o hanno già fatto acquisti, il MIUR ha specificato che: “Le somme relative all’anno scolastico 2016/2017 eventualmente già spese dal 1° settembre 2016 al 30 novembre 2016 dovranno essere registrate attraverso la piattaforma digitale e saranno erogate ai docenti interessati, a seguito di specifica rendicontazione, dalle scuole di appartenenza.”
Ricordo che ogni docente, utilizzando l’applicazione, potrà generare direttamente dei “Buoni di spesa” per l’acquisto di libri e di testi, anche in formato digitale, per:
– l’acquisto di pubblicazioni e di riviste utili all’aggiornamento professionale;
– l’acquisto di hardware e software;
– l’iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell’Istruzione;
– l’iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale;
– l’acquisto di biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
– l’acquisto di biglietti di musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
– iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione.

Lettori si diventa

lettori si diventaLa scuola dell’obbligo ha un ruolo importante, accompagna i ragazzi dall’infanzia all’adolescenza. È un percorso breve nella vita di una persona, ma determinante.
Sono gli anni in cui ci si può innamorare della lettura, o viverla come una zavorra.

Lettori si diventa è portale e un progetto importante perché riesce a conciliare belle storie e libri importanti con le esigenze didattiche della scuola e la leggerezza del gioco.

Lettori si diventa  si occupa di letteratura per ragazzi da oltre trent’anni e hanno contribuito a formare l’immaginario di moltissimi ragazzi, creando un palcoscenico di condivisione dove mettere in scena le gioie e le difficoltà della loro età.

Il successo della loro narrativa li ha spinti a dedicarsi alla promozione della lettura, convinti che per diventare un lettore un ragazzo debba cominciare da libri che lo incuriosiscono, che ha davvero voglia di leggere.

Ecco perché hanno dato vita a un progetto di collaborazione con le scuole che possa diventare molto proficuo e di cui questo è solo il primo passo.

Con la speranza che questi, per i vostri studenti siano gli anni in cui scopriranno come essere felici con un libro.